Un motore leggendario, abbinato a un'auto ancora godibilissima e con tanta personalità. E' tempo di rivalutare questa 166?

Amare l’automobile è normale, almeno per noi. Ma è anche legittimo distribuire tutto questo sentimento in maniera soggettiva. Ci sono infatti segmenti che possono più o meno intrigare, e il nostro Andrea sostiene che per le “ammiraglie” serva tanta passione e una buona dose di maturità. Però, esistono Marchi che sanno come accorciare le distanze, e rendere desiderabili anche alcuni modelli di rappresentanza di qualche anno fa, magari abbinati al motore giusto. Ed è quindi tempo di parlare di Alfa Romeo 166 restyling, motorizzata col 3.2 V6 Busso, un altro pezzo di storia del Biscione. 

Busso, una garanzia 

Questa leggendaria famiglia le motorizzazioni di Alfa Romeo, ideata dal formidabile Giuseppe Busso, ci emoziona dalla fine degli anni ‘70, col suo ultimo tributo riposto nel motore protagonista di questa Dritta. E’ quindi obbligatorio puntare i riflettori al 2002 quando il motore V6 24V debutta con la cilindrata portata a 3,2 litri, prima con le GTA poi con la 166 appunto ma anche, tra le altre, sulla GT. 
Questo motore di fatti rimane l'ultimo componente realizzato nello storico Stabilimento Alfa Romeo di Arese e, ironia della sorte, se il 31 dicembre 2005 è stato sfornato l'ultimo motore, fa un certo effetto pensare che il suo progettista Giuseppe Busso è venuto a mancare pochi giorni dopo, il 3 gennaio 2006. 
Sull’ammiraglia i cavalli sono 240 a 6.200 giri, la coppia è di 289 Nm a 4.800 giri e, con la splendida trasmissione manuale a 6 rapporti, la velocità massima è di 245 km/h mentre l’accelerazione da 0 a100 km/h si compie in 7,4 secondi.  

Nuove dimensioni e prezzi 

Riflettiamo. Oggi la nuova Alfa Romeo Giulia è lunga 4 metri e 64, mentre la 166, considerata - per dimensioni e prestigio - come un’ammiraglia fino a qualche anno fa, misura solo 8 cm in più. Ne consegue che la 166, oggi, è godibile quanto una Giulia, almeno in quanto a ingombri. Vi sembra poco? 
E se nel 2003 le 166 V6 3.2 avevano un prezzo di listino compreso tra i 42.000 euro della Progression fino ai 50.500 della Luxury, anche se a parecchi faceva gola pure la TI, offerta a circa 49.000 euro, oggi le cose sono cambiate in meglio!  
Di quanto? Scopritelo come sempre nel nostro video... e buona visione!