Sotto al cofano del SUV inglese potremmo presto trovare un propulsore 12 cilindri e uno elettrificato da 800 CV

La gamma di Aston Martin DBX potrebbe presto espandersi. Attualmente a listino troviamo solo una versione V8 da 550 CV e 700 Nm (qui vi raccontiamo la nostra prova su strada), ma la Casa inglese sarebbe al lavoro per introdurre delle varianti più potenti e ibride plug-in.

Insomma, Aston Martin alza la posta e vuole rispondere alla Bentley Bentayga, anch’essa recentemente aggiornata con un nuovo powertrain ibrido plug-in.

Un SUV da record

A mettere in chiaro le intenzioni di Aston Martin ci ha pensato Tobias Moers, il CEO del brand inglese, in un’intervista ad Autocar. Il dirigente ha confermato che la Casa sta sviluppato una variante ibrida plug-in che potrebbe arrivare nel 2024. Sempre secondo Moers, la DBX ibrida sarà uno dei SUV più potenti al mondo.

Aston Martin DBX
Aston Martin DBX

Il destino dell’Aston Martin ibrida è strettamente collegato agli sviluppi di Mercedes. La Casa tedesca fornisce infatti i propulsori agli inglesi e sta affrontando un periodo di cambiamento che la porterà ad elettrificare la gamma. Di conseguenza, la DBX ibrida plug-in potrebbe utilizzare la stessa unità montata sulle nuove 63e e 73e della Classe S e della AMG GT Coupé4. La potenza complessiva potrebbe raggiungere i 700 CV, ma Autocar parla di un nuovo motore elettrico che alzerebbe l’asticella a ben 800 CV.

Non solo ibrida

Oltre alla versione top di gamma ibrida, Aston Martin starebbe pensando ad una variante ibrida con motore V6 e ad un classico V12 “vecchia scuola”. Quest’ultimo propulsore potrebbe essere caratterizzato dalla denominazione AMR che identifica le Aston Martin più estreme.

Se dovesse entrare in produzione, la DBX V12 sarebbe solamente il terzo SUV al mondo ad affidarsi ai 12 cilindri dopo la Rolls-Royce Cullinan e la Bentley Bentayga W12.

Aston Martin Vantage AMR
Aston Martin Vantage AMR
Aston Martin Valhalla James Bond
L'Aston Martin Valhalla svelata da Supercar Blondie

La DBX non è però l’unica ibrida in arrivo per Aston Martin. Moers ha infatti dichiarato che l’hypercar Valhalla debutterà nella seconda metà del 2023. Nei prossimi mesi ai potenziali acquirenti verrà mostrato il progetto aggiornato. In realtà, la Casa inglese ha confermato di aver già ricevuto i primi ordini per la Valhalla, ma non ha specificato quanti sono pronti effettivamente a staccare il corposo assegno da oltre un milione di euro.

Fotogallery: Aston Martin DBX