La prossima generazione potrebbe però essere elettrificata, per ora però rimarrà il solo 6 cilindri boxer al posteriore

L’elettrico in casa Porsche è già realtà con la Taycan, primo modello a emissioni zero della Cavallina, ed è destinato ad ampliare la propria gamma nei prossimi anni con la Taycan Cross Turismo e la nuova generazione di Macan.

Modelli strategici per affrontare un futuro sempre più a batterie, con i motori endotermici destinati – prima o poi – a dire addio o rappresentare una minuscola nicchia di mercato. Ma non per tutti: la Porsche 911 infatti rimarrà ancora legata al suo 6 cilindri boxer, almeno fino al 2030. A dirlo ad Autoblog.com è stato Oliver Blume, il CEO della Casa tedesca

La 911 è la nostra icona, e continueremo a produrla con motori a combustione

Elettrico no, ibrido forse

Gli amanti della sportiva di Zuffenhausen possono quindi dormire sonni tranquilli per almeno altri 9 anni, durante i quali la 911 continuerà a montare un motore endotermico a sbalzo sull’asse posteriore, turbo o aspirato che sia.

Per questo decennio, sarò molto chiaro: la 911 sarà un'auto con un motore a combustione

Non è detto però che nei prossimi anni non possa essere affiancato da unità elettriche, per aumentare le prestazioni senza veder salire le emissioni, tema ormai delicatissimo per ogni Casa, pena il pagamento di salatissime multe.

2021 Porsche 911 Turbo S Coupé: First Drive

Una rivoluzione per la Porsche 911, dopo quella del passaggio dal raffreddamento ad aria a quello a liquido prima e dai motori aspirati ai turbo poi. Ma quella dell’adozione di batterie e motori elettrici sarà una novità ancora più pesante, in tutti i sensi.

Sistemare nel posto giusto gli accumulatori in un’auto sportiva non è mai facile, perché il tema della leggerezza e della distribuzione dei pesi giocano un ruolo fondamentale.

Per questo in Porsche ci stanno lavorando da tempo, per trovare il giusto compromesso, orientando ogni aspetto dell’elettrificazione all’aumento delle prestazioni

Continueremo a pensare all'elettrificazione per la 911, come un'ibridazione molto sportiva. Forse per la prossima generazione. Stiamo già lavorando su questa idea, e come potete immaginare, sarà un sistema molto sportivo, come nella 919, dove abbiamo usato l'ibridazione per vincere la 24 ore di Le Mans tre volte di fila

La 992 non dovrebbe quindi incontrare alcun tipo di elettrificazione sul proprio cammino, lasciando alla sua erede l’onore e l’onere di ospitare per la prima volta un motore senza cilindri né pistoni. E alle varie Taycan (berlina e Cross Turismo) e Macan il compito di far viaggiare in silenzio i clienti Porsche.

Elettrico che potrebbe anche essere utilizzato per una supercar, ma nata da un foglio bianco grazie anche alla collaborazione di Rimac.

Il problema dell’elettrico

E se, per modelli più classici, abbandonare in toto motori a combustione è più “facile”, per una sportiva particolare come la 911 diventa una sfida quasi impossibile

"Il concetto della 911 non permette un'auto elettrica al 100%, perché abbiamo il motore nella parte posteriore e se mettessimo tutto il peso delle batterie nella parte posteriore, l'auto non sarebbe guidabile

Fotogallery: Porsche 911 GT3 (2021)