Grazie alle quattro ruote motrici, coupé e berlina sono ancora più incollate alla strada e più veloci nello 0-100 km/h di 0,4 secondi

Finora le avevamo viste solo con la trazione posteriore. Ora BMW M3 e M4, entrambe nelle versioni più "cattive" Competition, sono disponibili anche con la trazione integrale M xDrive. Gli ingredienti delle due super sportive rimangono gli stessi, ma cambia il risultato finale per avere un’esperienza di guida ancora più coinvolgente.

Come funziona l’M xDrive

Di partenza, il sistema M xDrive, visto per la prima volta sulla M5 nel 2017, si appoggia sulla trazione posteriore, ma, all'occorrenza, può inviare potenza anche alle ruote anteriori.

La coppia è distribuita elettronicamente sui due assi e, nel caso delle ruote posteriori, è il differenziale attivo M a gestire la potenza. Sia il sistema M xDrive che il differenziale attivo M sono collegati direttamente al controllo di stabilità per garantire reattività, agilità e efficacia nella gestione del sottosterzo e del sovrasterzo.

BMW M3 e M4 Competition xDrive

L’interno dell'M xDrive può essere personalizzato in tre modalità. La 4WD è l’impostazione neutra in cui l’auto privilegia una guida bilanciata. Nella 4WD Sport, viene inviata una maggiore coppia sull’asse posteriore per uno stile più dinamico, mentre nella 2WD la potenza è gestita solamente dalle ruote posteriori per avere così una vettura ancora più esuberante.

Scatto bruciante

La migliore gestione della trazione rispetto ad una trazione posteriore pura permette di migliorare la già ottima accelerazione. Sia M3 che M4 Competition, pur mantenendo intatti i loro 510 CV, scattano da 0 a 100 km/h in soli 3,4 secondi, ovvero 4 decimi in meno rispetto alle versioni a sola trazione posteriore.

Le BMW non avvertono minimamente, quindi, l’aggravio di peso di circa 40 kg dovuto al sistema M xDrive. A seconda del pacchetto equipaggiato, invece, la velocità massima può essere di 250 o 290 km/h.

Dotazione e nuovi colori

I modelli Competition xDrive sono tutti equipaggiati con cambio automatico a 8 rapporti e con cerchi in lega leggera M da 19” (con pneumatici 275/35 ZR19) sull’asse anteriore e 20” sul posteriore (285/30 ZR20).

BMW M3 e M4 Competition xDrive
BMW M3 e M4 Competition xDrive

La dotazione di base comprende, tra gli altri accessori, anche il sistema d’infotainment BMW Live Cockpit Professional, sedili MSport e il pacchetto Driving Assistant Professional con cruise control adattativo con funzione Stop & Go e mantenimento di corsia attivo.

Le prime M3 e M4 Competition xDrive arriveranno in concessionaria ad agosto 2021. Si potranno scegliere nelle nuove colorazioni San Paolo Yellow, Brooklyn Grey Metallic, Isle of Man Green Metallic, Individual Frozen Brilliant White Metallic e Individual Frozen Portimao Blue Metallic. Al momento, BMW non ha comunicato i listini delle due versioni.

Fotogallery: BMW M3 e M4 Competition xDrive