La corsa all'oro nero degli USA sta per finire? Gli automobilisti yankee abituati a pagare la benzina pochi dollari al gallone (tanto da relegare il gasolio a un ruolo marginale) dovranno passare necessariamente agli elettroni entro il 2035?

Non è ancora deciso, ma questo è il senso di una lettera che, secondo quanto riporta la Reuters, una dozzina di governatori di Stati a stelle e strisce ha indirizzato al presidente Joe Biden.

Dodici Stati scrivono a Biden

I governatori di California (Stato da anni sensibilissimo sul tema della transizione ecologica), Massachusetts, North Carolina, New York, Connecticut, Hawaii, Maine, New Jersey, New Mexico, Oregon, Stato di Washington, Rhode Island hanno sollecitato Biden a prendere misure per eliminare gradualmente la auto e i veicoli commerciali leggeri a benzina non più tardi del 2035, fissando dei traguardi intermedi.

Secondo i governatori, va definito un percorso chiaro per fare in modo che tutti i veicoli venduti negli USA siano a zero emissioni entro il 2035, in modo da rendere più pulita l'aria e per poter realizzare un grande progetto infrastrutturale.

Mezzi pesanti solo EV dal 2045

E non è finita. Il pressing degli Stati sull'amministrazione Biden riguarda anche il bando dei motori endotermici entro il 2045 per i veicoli commerciali di media taglia e per i tir.

Il mega piano di rilancio dell'economia da 2,3 miliardi di dollari annunciato da Biden prevede circa 174 milioni di risorse per spingere verso le motorizzazione elettriche che, ricorda la Reuters, attualmente non valgono più del 2% del mercato statunitense, ma non fissa date per l'abbandono delle motorizzazioni tradizionali.

La lettera dei governatori va nel solco di quanto già deciso autonomamente dalla stessa California (fine degli endotermici nel 2035) e degli annunci di alcune dalle Case automobilistiche che produrranno solo veicoli elettrici dal 2030 (Volvo e Ford in Europa) o dal 2035 (General Motors).