Porta al debutto il nuovo logo ma non solo: la nuova Peugeot 308 rivoluziona le proprie linee e diventa ancora più tecnologica

La nuova Peugeot 308 ha debuttato online tempo fa e finalmente si mostra dal vivo in Italia, così da permetterci di toccare con mano la grande quantità di novità che la accompagnano. E la lista è davvero lunga, a partire dal nuovo logo della Casa - presentato a fine febbraio - per arrivare alle numerose tecnologie, per tenere testa alla regina del segmento (e del mercato) Volkswagen Golf.

Un logo che ha una duplice funzione: da una parte rinnovare l'immagine di Peugeot e trasportarla in un'era di profondi cambiamenti per tutto il mondo dell'auto, dall'altra nascondere vari sensori necessari per dare vita ai più recenti sistemi di assistenza alla guida.

Si schiaccia a terra

Ma il logo è solo il punto di partenza di una rivoluzione che si manifesta fin da subito nel frontale, a riprendere alcuni elementi di famiglia, come le “zanne” luminose laterali molto sottili, a incorniciare i proiettori principali – full led di serie, matrix led sugli allestimenti più ricchi – e la mascherina ben più larga e imponente rispetto alla generazione che va in pensione.

Peugeot 308

Il risultato è quello di un'auto che sembra volersi allargare e "schiacciare per terra", sensazione derivata anche da lunghezza (4,36 metri), larghezza (1,85 metri) e passo (2,67 metri) che crescono, mentre l'altezza l’altezza cala di 2 cm ed è ora a 1,44.

Dal vivo la nuova Peugeot 308 sembra ben più imponente rispetto a quanto appare in foto, con proporzioni che non cambiano radicalmente rispetto al passato, ma si fanno più muscolose e slanciate.

Peugeot 308

Spazio da top class

A beneficiare dell’aumento di dimensioni sono i passeggeri, mentre il bagagliaio perde qualcosa fermandosi a 412 litri (361 per la hybrid), comunque ai vertici del segmento (la Golf si ferma a 380). Il divanetto posteriore ha un disegno che, come sempre più spesso accade, non premia particolarmente chi siede in mezzo mentre i passeggeri laterali hanno ora più spazio per le gambe. E possono contare anche su bocchette della climatizzazione e 2 prese USB di tipo A.

Davanti la rivoluzione di stile (e non solo) continua, con una nuova evoluzione dell'iCockpit di Peugeot composta da 2 monitor da 10” per strumentazione, disponibile anche con grafica 3D, e infotainment sistemato più in basso rispetto al passato.

Peugeot 308 (2021)

Infotainment di nuova generazione chiamato i-Connect e, come suggerisce il nome, sempre connesso, gestibile tramite comandi vocali evoluti (attivabili con il comando Ok Peugeot) e ancora più potente, compatibile con Android Auto e Apple CarPlay anche in modalità wireless.

Per gestire i menù non si fa più affidamento ai toggle switches fisici ma su pulsanti virtuali riconfigurabili, sistemati su un secondo monitor touch posizionati al di sotto dello schermo centrale. Pulsanti ben grandi e facilmente raggiungibili, con effetto wow assicurato ma senza feedback aptico, mancanza che potrebbe distrarre più del dovuto durante la guida. Naturalmente ogni giudizio è rimandato alla prova su strada.

Peugeot 308

A livello di qualità non sembrano esserci sbavature riguardo a materiali e assemblaggi ma, trattandosi di una versione pre serie, anche in questo caso ogni giudizio definitivo è da rimandare a quando potremo guidare una versione di serie.

Anche alla spina

Se della versione elettrica non ci sono ancora notizie certe, nè su un suo arrivo nè tantomeno per quanto riguarda motori, batterie e autonomia, sappiamo però che la nuova Peugeot 308 sarà disponibile al lancio con 2 motori benzina (il 1.2 PureTech da 110 e 130 CV) e il 1.5 diesel da 130 CV.

Ci saranno anche 2 versioni ibride plug-in basate sul PureTech, da 150 o 180 CV, abbinato a un elettrico da 110 CV, per un totale di 180 o 225 CV, tutti abbinati alla trazione integrale e a un pacco batterie da 12,4 kWh, per 60 km di autonomia in modalità 100% elettrica.

Ordinabile dall'11 giugno la nuova Peugeot 308 arriverà nelle concessionarie verso fine settembre con prezzi ancora da rivelare ma che, stando a quanto lasciato trapelare da Peugeot Italia, non molto distanti da quelli attuali.

Fotogallery: Peugeot 308