Il suo motore W16 Quadriturbo produce da solo 1.850 CV senza servirsi di componenti elettriche. Ve la raccontiamo dal vivo

Un vero missile francese che risponde alla domanda: "E se sviluppassimo una supersportiva fatta solo per la pista?". Questa è la Bugatti Bolide (il cui nome si legge alla francese "bolìd"), dal design a dir poco all'avanguardia e forte del suo W16 Quadri-turbo non elettrificato capace di 1.850 CV.

Noi l'abbiamo vista dal vivo al Milano Monza Open-Air Motor Show 2021, e ve la raccontiamo nel video live che trovate qui sopra.

Un vero e proprio "Bolide"

Ormai siamo ben abituati a vedere potenze di 1.500 o 1.600 CV sulle hypercar, quindi la Bolide non dovrebbe stupire più di tanto, ma la verità è che ha un asso nella manica: la Bugatti da pista alza l'asticella della potenza fino a 1.850 CV (con altrettanti Nm di coppia) e al contempo abbassa il peso a soli 1.240 kg - equivalenti a una normale Volkswagen Golf, tanto per capirci - grazie a un largo uso di carbonio e titanio.

Facendo due conti, significa un rapporto peso/potenza di 0,67 kg/CV, ovvero che ogni cavallo di potenza deve trainare molto meno di un chilogrammo. Per fare un altro paragone, la Chiron da cui deriva ha un rapporto di 1,33 kg/CV, che sostanzialmente significa trainare un chilo in più per ogni cavallo di potenza.

Parlando di prestazioni vere e proprie, la Bugatti Bolide copre lo 0-100 km/h in appena 2,17 secondi, mentre lo 0-400-0 km/h in soli 24,64 secondi. Significa che lascia indietro moltissime altre hypercar come la Ferrari SF90 o la Koenigsegg Jesko, e il tutto senza la minima forma di elettrificazione: è tutta pura potenza di 16 cilindri a W e quattro turbo che soffiano senza sosta. 

Fotogallery: Bugatti al MIMO 2021