Volvo Cars Volvo Cars, il gruppo automobilistico svedese controllato dalla cinese Zhejiang Geely Holding, intende quotarsi alla Borsa di Stoccolma, sul listino Nasdaq Stockholm. Il listing verrà effettuato entro l'anno con una Ipo (Initial public offering, cioè una procedura di assegnazione delle azioni sul mercato) di azioni di classe B al Nasdaq Stockholm.

Verranno emessi nuovi titoli per un valore sitmato in circa 25 miliardi di corone svedesi (circa 2,5 miliardi di euro) e la possibile cessione di una quota del principale azionista, Geely, mentre gli investitori istituzionali svedesi Ams e Folksam - che sono ora al 2,2% del capitale con azioni privilegiate - dovrebbero rimanere con quote azionarie in portafoglio.

Lo sbarco in Borsa prevede due fasi distinte, ovvero un'offerta al pubblico riservata a Svezia, Danimarca, Finlandia e Norvegia, e un'offerta agli investitori istituzionali sia in Svezia che all'estero. 

Nelle scorse settimana anche Polestar, la controllata "tutto elettrico" di Volvo-Geely, ha annunciato la quotazione, sia pure attraverso un accordo con una società-veicolo e con il listing al Nasdaq statunitense, per un controvalore di circa 20 miliardi di dollari.

Volvo e SSAB per l'acciaio fossil free
Uno stabilimento della casa svedese

Volvo Cars, si legge in una nota, "ritiene che la sua unica struttura e la sua strategia focalizzata la renda uno dei più rapidi trasformatori dell'industria automobilistica globale, con ambiziosi target di metà decennio dedicati all'elettrificazione, alla sostenibilità e alla digitalizzazione. Questa strategia - prosegue il comunicato - mira a rafforzare il track record di Volvo Cars come forza globale per la sicurezza e l'innovazione dell'industria dell'auto, marchio distintivo della società, basata a Gotemborg, in Svezia, fin dalla sua fondazione nel 1927».

Geely, che ha acquistato Volvo Cars nel 2010 per circa 1,8 miliardi di euro, «intende restare il più grande azionista della società» che dunque «continuerà a beneficiare della cooperazione con l'ecosistema di Geely, offrendo significativa scala e sinergie di mercato».

Volvo e SSAB per l'acciaio fossil free
Håkan Samuelsson, ceo di Volvo

"Abbiamo sostenuto la trasformazione e la crescita di questo iconico marchio svedese durante un periodo di cambiamenti senza precedenti nella nostra industria. Nel corso dell'ultimo decennio Volvo è diventata uno dei produttori di auto in più rapida crescita. Continueremo a sostenere Volvo Cars come azionista di maggioranza in questa storia di successo globale che continua", ha dichiarato Eric Li, presidente di Volvo Cars e azionista di controllo di Geely.

L'ad Håkan Samuelsson parla di «un traguardo importante per la nostra azienda» e invita «gli investitori svedesi e internazionali a partecipare alla nostra crescita futura e alla creazione di valore. La decisione di procedere con un'Ipo contribuirà a rafforzare il nostro marchio e ad accelerare la nostra strategia di trasformazione, verso la piena elettrificazione, le relazioni dirette con i consumatori e il prossimo livello di sicurezza. Ciò consentirà all'azienda di fornire volumi, ricavi e redditività in continua crescita».