La gamma attuale di Alfa Romeo è composta da Giulia e Stelvio. Nel breve periodo, però, il Biscione punta ad espandere la sua offerta puntando tanto sui SUV, il segmento “dominante” del mercato europeo.

Come già sappiamo da tempo oltre alla già anticipata Tonale, Alfa starebbe pensando ad almeno un altro modello a ruote alte e tanti rumors citano il nome “Brennero”, da affibbiare al SUV piccolo più volte rumoreggiato e confermato, del quale però si sa ancora poco o nulla.

Un nuovo SUV compatto

In un’intervista riportata da Automotive News Europa, il ceo di Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato ha dato qualche dettaglio in più su questo misterioso SUV. Questo modello avrà dimensioni più compatte rispetto alla Tonale e rappresenterà uno dei cavalli di battaglia dell’offerta del Biscione. A tal proposito, Imparato ha dichiarato che

entro 10 anni, Alfa Romeo dovrà essere competitiva nei principali segmenti al mondo

Alfa Romeo Stelvio GT Junior
Alfa Romeo Stelvio GT Junior

Ciò implica che la Casa dovrà essere ben presente almeno nei segmenti B e C. Per intenderci, al primo posizionamento appartengono modelli come Volkswagen T-Roc e Peugeot 2008, mentre il secondo è il “territorio” di BMW X1 e Audi Q3. Parlando di rivali, comunque, si pensa che la Brennero verrà costruita per sfidare direttamente il nuovo crossover di MINI derivato dalla Countryman.

La prima Alfa elettrica?

La produzione della Brennero dovrebbe partire nel 2024 in Polonia nello stesso impianto di Tychy che darà alla luce i modelli Fiat e Jeep basati sulla stessa piattaforma CMP.

Alfa Romeo Tonale
Alfa Romeo Tonale

Come sarà la Brennero? Sicuramente non ibrida, powertrain non previsto sulla CMP, molto probabilmente anche 100% elettrica. Il SUV compatto, quindi, potrebbe essere la prima Alfa Romeo mossa - anche - da motorizzazioni a emissioni zero, per le quali, visto blasone e DNA del marchio, dovrebbe esserci un'importante iniezione di potenza rispetto ai 136 CV (100 kW) delle "cugine" elettriche Peugeot 208 e 2008, DS 3 Crossback e Opel Corsa, con batterie a superare i 50 kWh di quelle attualmente in uso sui modelli basati sulla CMP.

Quello che è chiaro è che il Biscione punterà sempre di più su modelli ad emissioni zero, come delineato dalla strategia “Alfa e-Romeo”.

Oltre alla Brennero, si starebbero valutando anche i ritorni di Spider “Duetto” e GTV e una serie di modelli elettrici marchiati Quadrifoglio. La priorità, però, è tutta per i SUV, con la Tonale che dovrebbe vedere la luce nel giugno 2022.

La nostra intervista a Jean-Philippe Imparato

Fotogallery: Alfa Romeo Tonale