Anche Subaru, alla fine, cede al fascino dell’elettrico. Lo fa con la Solterra, SUV a batteria da 4,69 metri che nasce da un progetto sviluppato congiuntamente con Toyota, Casa con la quale il marchio delle Pleiadi collabora da circa dieci anni (ricordiamo le coupé GT 86 e BRZ) e con cui da tre anni a questa parte ha stretto una partnership strategica commerciale e di capitale.

Così, se prima sono state le sportive, ora tocca alle auto a zero emissioni: Toyota bZ4X (da poco mostrata nella sua veste definitiva) da una parte e Subaru Solterra dall'altra. I due modelli hanno moltissimo in comune. Prima di tutto la piattaforma, alla quale i tecnici dei due brand hanno lavorato insieme per dare vita a una nuova generazione di auto a batteria e che Subaru ha battezzato e-Subaru Global Platform.

Si parte con 218 CV e 4 ruote motrici

La Subaru Solterra, che entrerà in commercio nella prima metà del 2022 e che sarà venduta sui principali mercati mondiali (USA, Canada, Giappone, Europa e Cina), si presenta inizialmente in una versione dotata di batteria agli ioni di litio da 71,4 kWh. Si trova sotto il pianale e alimenta due motori elettrici posizionati uno per asse. Sono entrambi di tipo sincrono e sprigionano ciascuno 109 CV, per una potenza di sistema di 218 CV. La coppia, invece, è di 336 Nm.

Nel pieno rispetto della tradizione Subaru, la Solterra ha quindi la trazione integrale, chiaramente realizzata senza alberi di trasmissione che uniscono le ruote davanti a quelle dietro, ma che è coordinata da una centralina dedicata che ripartisce la coppia tra avantreno e retrotreno.

L’auto, come le altre Subaru in vendita, ha anche il sistema AWD X-Mode per la guida in off road. Sul nuovo SUV elettrico si arricchisce della funzione Grip Control che consente di viaggiare a velocità costante su fondi sconnessi.

Subaru Solterra
Dimensioni: 4,69 x 1,86 x 1,65 metri
Passo: 2,85 metri
Batteria: 71,4 kWh, 355 V, raffreddamento a liquido
Ricarica:  fino a 150 kW in DC
Motore: 2 unità sincrone AC con trasmissione monomarcia
Autonomia: 460 km circa
Potenza max: 218 CV
Coppia max: 336 Nm
0-100: 7"7
Velocità max:  160 km/h

Linee spigolose, ma tanta praticità

La parentela con la Toyota bZ4X è evidente anche a livello estetico. A cambiare è soprattutto il frontale, che grazie a una serie di interventi mirati riesce a trasmettere una certa identità al marchio. Propone ad esempio un’inedita mascherina e un paraurti movimentato che addolcisce un po’ lo stile.

Cambia anche il design interno dei fari (anche di quelli posteriori), il disegno dei cerchi in lega (si può scegliere tra quelli da 18” con pneumatici 235/60 o quelli da 20 con pneumatici 235/50) e qualche altro dettaglio. Resta invariata invece la scelta di montare generose protezioni in plastica all’altezza dei passaruota, un elemento davvero caratteristico. Identica per entrambi i modelli anche la linea del tetto, che termina al posteriore con uno spoiler a filo e un lunotto molto inclinato.

Lo spazio a bordo però non manca, visto il generoso passo di 2,85 metri e gli ingombri ridotti degli organi meccanici che hanno permesso di riservare parecchi centimetri sia per gli occupanti sia per i bagagli.

Subaru Solterra

Autonomia di 460 km

Basandosi sulle informazioni rilasciate da Toyota per la bZ4X dotata dello stesso powertrain della Solterra (in realtà la Casa guidata da Akio Toyoda è disponibile anche in una variante a 2 ruote motrici), la Solterra dovrebbe scattare da 0 a 100 in 7"7, toccare una velocità massima di 160 km/h e avere un'autonomia di 460 km. 

La Subaru Solterra può essere ricaricata sia a corrente alternata sia a corrente continua. In questo secondo caso, attaccata a una colonnina fast charge da 150 kW, quanto basta per riportare il livello di carica a 80% in 30 minuti. 

Fotogallery: Subaru Solterra 2021