La Lancia Delta Integrale ha fatto battere il cuore a tutti gli appassionati di rally tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90. Con sei titoli mondiali conquistati nella sua storia, la mitica Delta è finalmente pronta a tornare nel mondo dei rally adattandosi ai tempi che cambiano.

Il team francese GCK Motorsport parteciperà al mondiale 2022 di rallycross con una speciale Delta 100% elettrica.

Più veloce di una Formula 1

La scuderia d'oltralpe ha partecipato al campionato WRX già nel 2018 e nel 2019 con una Renault Megane RS preparata dalla britannica Prodrive. Ma per la stagione 2022 ha scelto un deciso cambio di strategia.

Basata sul restomod Exclusiv-e, la Delta prenderà parte al primo campionato riservato esclusivamente ai modelli elettrici.

Lancia Delta Evo-E by GCK Motorsport

Di base, tutte le 14 auto del WRX saranno equipaggiate con un kit dell’austriaca Kreisel da 689 CV e 880 Nm di coppia che, secondo gli organizzatori, può consentire un’accelerazione più rapida di una vettura di Formula 1.

La Delta del futuro

Un ritorno in grande stile, quindi, per la Lancia Delta che, secondo il presidente di GCK Guerlian Chicherit, rappresenterà una fonte d’ispirazione per le nuove generazioni:


“Abbiamo scelto la Delta Integrale perché è un’auto che ci ha fatto sognare. È l’auto da rally per eccellenza ed è tuttora molto popolare.

Il motorsport sta affrontando cambiamenti importanti e ci teniamo a fare la nostra parte. Il nuovo regolamento renderà il WRX una delle discipline più attente all’ambiente in tutto il panorama motoristico”.

GCK sarà anche fornitore di energia verde per tutte le auto del campionato e le alimenterà direttamente nei box di ogni team.

Infine, oltre al progetto della Delta elettrica da competizione, GCK Motorsport è al lavoro su una tecnologia fuel cell ad idrogeno per l’e-Blast H2 che parteciperà alla Dakar nel 2023 o 2024.

Fotogallery: Foto - Lancia Delta Evo-E by GCK Motorsport