Che la Range Rover sia diventata un'icona dei SUV di lusso non è una novità. Ormai da anni, in quattro diverse generazioni, la Range si è distinta così tanto da diventare praticamente un marchio a sé, senza dove "ricordare"  che la Casa madre sia Land Rover.

Per il 2022 fa il debutto la nuova Range Rover, la quinta serie, capace di rinnovarsi talmente tanto da far invecchiare in un attimo la generazione precedente, sempre rimanendo fedele al suo stile riconoscibile. Dunque, che cos'è che la rende una Regina del lusso a prima vista? Ve lo mostro nel video, focalizzando l'attenzione sui particolari più interessanti e ricercati.

I dettagli fanno la differenza

Si inizia dal posteriore della nuova Range Rover, elemento che ha fatto molto parlare di sé: quei fari sottili, quando spenti, sembrano realmente una finitura nera lucida che va a continuare verticalmente la fascia centrale, dove trova posto nome del modello, collegandosi alla fascia inferiore a contrasto. Il complesso crea un effetto futuristico che invecchia in un batter d'occhio la generazione precedente del SUV Land Rover.

Land Rover Range Rover SV (2022)

Rimanendo all'esterno sono le portiere della Range Rover 2022 ad incuriosire. Non ci si fa immediatamente caso perché tutto sembra armonico nelle forme, ma ad uno sguardo più attento quell'effetto "arrotondato" fra lamiera e finestrini nasconde l'assenza delle guarnizioni. Sì, perché la nuova Range è la prima auto a non averle esposte, lasciandole integrate all'interno del pannello porta.

Passando agli interni della Range Rover verrebbe da fiondarsi subito sul divanetto posteriore, ma prima merita dare un'occhiata alla plancia: il sistema di infotainment PIVI Pro centrale da 13.7 pollici è delegato della stragrande maggioranza delle funzioni, mentre subito al di sotto incastonato trova posto il climatizzatore.

Land Rover Range Rover SV (2022)

Di conseguenza il tunnel centrale rimane estremamente pulito - ospitando solo il pulsante di accensione, il Terrain Response e il pomello del cambio. Il che aumenta quella sensazione di eleganza complessiva. E fra l'altro, per la versione SV, il pomello è in vera ceramica.

D'altro canto c'è anche una certa attenzione all'eco-sostenibile, perché i sedili possono essere in pelle tradizionale o completamente "artificiale", ma la qualità del tessuto è così elevata da non far minimamente passare l'idea di essere un rivestimento in qualche modo "economico". 

Land Rover Range Rover SV (2022)

Non resta che il posto forse più ambito, il salotto posteriore che può essere a cinque o a sette posti, rispettivamente per le versioni a passo corto o a passo lungo. Sedili massaggianti, frigobar e insonorizzazione ai massimi livelli, c'è praticamente di tutto - ma ve lo lascio scoprire nel video.

Fotogallery: Foto - Land Rover Range Rover SV (2022)