Vanta già il trasporto pubblico a zero emissioni migliore in Italia, ma ora Milano vuole compiere un altro passo verso la decarbonizzazione. Lo fa con il "Piano aria e clima (Pac)", approvato dal Consiglio comunale con 28 voti a favore e 12 contrari.

L’obiettivo è allinearsi ai progetti dell’Europa per fermare le emissioni entro il 2050. Per raggiungere i target di Bruxelles, il Pac si concentra su diversi settori, con un ruolo importante che spetta alla mobilità. E si parte con i limiti ai veicoli a gasolio.

Stop ai diesel Euro 5

Una delle prime misure che interessa gli automobilisti riguarda infatti la conferma dello stop alla circolazione di vetture diesel Euro 5 a partire dal primo ottobre 2022 nell’Area B della città: una zona così grande da comprendere circa il 72% del territorio comunale. Oltre a questo, l’amministrazione spingerà sempre di più i cittadini ad abbandonare i veicoli privati per usare i mezzi pubblici.

È perciò previsto “un impegno maggiore nelle azioni di depavimentazione di aree oggi adibite a parcheggio”. In pratica, meno posti auto e più “spazi verdi e fruibili, in grado di favorire il raffrescamento della città e l’assorbimento delle acque piovane”. I lavori sono già in corso “in via Pacini” o in quartieri come Città Studi.

Città a 30 km/h

Tra gli interventi più rilevanti, fa sapere l’amministrazione, c’è poi la creazione di una “città ciclo-pedonale”, in cui le persone viaggeranno spesso “a 30 km/h”, salendo in sella a biciclette o monopattini e limitando così il traffico “in maniera sostanziale”.

La misura varrà soprattutto per luoghi “sensibili”, vicini “a scuole e ospedali”, dove “si dovrà privilegiare fin dal prossimo anno la realizzazione di aree che consentano l’accesso privilegiato ai pedoni” e alla mobilità alternativa, per realizzare delle “vere e proprie Zone 30”. Contemporaneamente verranno create ampie zone a traffico limitato (Ztl) in ogni quartiere.

La roadmap dei divieti per le auto

Divieti già in vigore

  • Euro 0 benzina
  • Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel senza FAP
  • Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,0045 g/km
  • Euro 0, 1, 2, 3 diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro 4
  • a doppia alimentazione gasolio-GPL e gasolio-metano Euro 0, 1, 2, 3
  • Euro 4 diesel con FAP di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione (In assenza di valore nel campo V.5, è possibile dimostrare la conformità alla disciplina di Area B attraverso il certificato di omologazione rilasciato dalla casa produttrice del veicolo)
  • Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato dopo 31.12.2018  e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4

Dal 1° ottobre 2022

  • Euro 2 benzina
  • Euro 3, 4 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,0045 g/km
  • Euro 0, 1, 2, 3, 4 diesel con FAP after-market installato entro 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4
  • Euro 5 diesel

Dal 1° ottobre 2025

  • Euro 3 benzina
  • Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati dopo 31.12.2018

Dal 1° ottobre 2028

  • Euro 4 benzina
  • Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati entro il 31.12.2018

Dal 1° ottobre 2030

  • Euro 6 diesel D_TEMP
  • Euro 6 diesel D