Prosegue la lenta discesa dei prezzi di benzina e diesel in Italia. Da venerdì a oggi, sulla rete carburanti della Penisola si è registrato un calo di oltre 2 centesimi al litro. Le compagnie continuano a dare sforbiciate ai prezzi raccomandati, con Q8 e Tamoil che tagliano i costi di 3 centesimi.

Più o meno stabili, invece, le quotazioni del petrolio, sia al Brent che al WTI – riferimenti per i mercati rispettivamente in Europa e negli Stati Uniti –, grazie alle decisioni dell’Agenzia internazionale dell’energia (Iea) e della Casa Bianca di rilasciare nuove riserve di greggio. Adesso i due benchmark viaggiano l’uno intorno ai 105 dollari a barile e l’altro vicino ai 100 $/b.

I prezzi alla pompa

Vediamo quindi i prezzi dei carburanti in Italia pubblicati oggi da Quotidiano Energia ed elaborati sulla base delle comunicazioni dei singoli gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico.

Woman pumping petrol at fuel station into car

Dopo il decreto taglia accise, il prezzo medio nazionale in modalità self della benzina si attesta a 1,803 euro/litro, con i diversi marchi compresi tra 1,731 e 1,825 euro/litro (media no logo a 1,797 euro/litro). Quanto al prezzo del diesel, sempre in modalità self, la media è pari a 1,799 euro/litro, con le compagnie posizionate tra 1,746 e 1,820 euro/litro (no logo a 1,803 euro/litro).

Venendo al servito, il prezzo della benzina in media è di 1,934 euro/litro, con le compagnie che oscillano tra 1,828 e 2,012 euro/litro (no logo 1,849). La media del diesel è arrivata invece a 1,933 euro/litro, con i singoli player tra 1,844 e 1,995 euro/litro (no logo 1,855).

Il Gpl si muove infine tra 0,840 e 0,868 euro/litro (no logo 0,856), mentre il prezzo del metano si posiziona in media tra 2,018 e 2,302 euro/kg (no logo 2,122).

Prezzi benzina e diesel al 4 aprile 2022

Tipo rifornimento Benzina (€/litro) Diesel (€/litro)
Self service 1,803 1,799
Servito 1,934 1,933