La BMW X3 ha ricevuto un corposo restyling negli scorsi mesi, ma la Casa è già al lavoro sulla prossima generazione. Due prototipi sono stati ripresi dalle nostre spie in quelli che – molto probabilmente – sono i primissimi chilometri di test. L’impressione è che della nuova X3 sentiremo ancora molto parlare, visto il suo debutto dovrebbe avvenire solo nel 2024.

È già tempo dell’M40i

Ovviamente le nuove X3 sono mimetizzate in ogni angolo della carrozzeria, ad eccezione del tetto. In linea di massima, le proporzioni sono molto simili a quelle del modello attuale, anche se la vettura appare leggermente più lunga e con una fiancata più bassa. Nel frontale troviamo fari LED più piccoli e una calandra a doppio rene che sembra allungarsi in corrispondenza dei fori sul paraurti.

Nuova BMW X3, le prime foto spia
Nuova BMW X3, le prime foto spia
Nuova BMW X3, le prime foto spia

Il montante C appare più sottile, mentre nel posteriore sono presenti delle luci provvisorie. I quattro terminali di scarico, invece, potrebbero essere un chiaro indizio della motorizzazione M40i, tra le più potenti di tutta la gamma.

Non abbiamo ancora foto degli interni, ma non saremmo sorpresi di trovare il doppio display curvo ripreso dalla iX.

Le possibili motorizzazioni

Parlando di motori, la nuova BMW X3 dovrebbe continuare ad essere proposta nelle versioni a benzina e diesel opportunamente elettrificate. Nella gamma, infatti, vedremo sempre più unità mild hybrid con potenze superiori a 180-190 CV e un’ibrida plug-in ancora più potente ed efficiente rispetto alla xDrive 30e da 292 CV presente nel listino attuale.

Come anticipato, tra le varianti più potenti della BMW ci dovrebbe essere la M40i, che potrebbe superare i 370 CV. La X3 M, invece, potrebbe essere ibrida plug-in per esprimere valori superiori ai 510 CV e ai 4 secondi necessari per lo 0-100 km/h.

E non ci dimentichiamo dell’elettrica iX3 che potrebbe ricevere nuovi powertrain da almeno 300 CV e circa 450-500 km di autonomia.

Fotogallery: Foto - Nuova BMW X3, le prime foto spia

Fonte: CarPix