Cala il sipario sulla Ford GT. L’iconica supercar americana si prepara a dire addio agli appassionati con un’ultima edizione speciale da collezione.

La LM omaggia nel nome e nello spirito le vetture vincenti alla 24 Ore di Le Mans nel 1966 e nel 2016 e sarà prodotta in soli 20 esemplari, tutti alimentati sempre dal poderoso 3.5 V6 Ecoboost da 667 CV.

Unica in tutto

La scocca in carbonio della Ford GT LM è verniciata nell’esclusiva colorazione Liquid Silver, a cui si abbinano dettagli rossi o blu (a seconda dei gusti del cliente) che ricordano la livrea dell’auto numero 68 vittoriosa nell’edizione 2016.

Ford GT LM

A dare ulteriore unicità alla Ford ci sono splitter, minigonne, diffusore e supporti degli specchietti in materiale ultraleggero, mentre i cerchi in carbonio da 20” sono disponibili sempre con accenti rossi o blu per un perfetto abbinamento cromatico con gli altri elementi della carrozzeria. In più, sono presenti dadi ruota in titanio e l’impianto frenante Brembo con pinze nere, oltre a uno scarico dedicato e stampato in 3D.

Un “pezzo” di Le Mans nell’abitacolo

L’abitacolo della Ford GT LM si caratterizza per i sedili in alcantara che riprendono il colore dei dettagli esterni. La fibra di carbonio è ben presente su plancia, console centrale e montanti, mentre la pelle marrone riveste parte del quadro strumenti.

Ford GT LM

La chicca più incredibile della GT LM, però, riguarda il badge montato sul lato del passeggero. Per realizzare ogni placca metallica, Ford ha recuperato il motore originale della GT da corsa numero 69 arrivata terza nella 24 Ore di Le Mans 2016, ne ha fuso le componenti e ne ha ricavato la lega metallica con la quale sono stati stampati in 3D i badge.

La Casa non ha definito il prezzo di listino, ma è facile credere che i potenziali proprietari dovranno sborsare almeno un milione di dollari. È a questa cifra, infatti, che vengono vendute mediamente le edizioni limitate della Ford GT.

Fotogallery: Ford GT LM