L'ultima edizione di Auto e Moto d'Epoca alla Fiera di Padova si è conclusa domenica 23 ottobre 2022. Un saluto unico dopo 39 anni di emozioni, tra auto che furono e auto che saranno, tra auto d'epoca e youngtimer.

Quest'anno la grande affluenza del pubblico ha reso omaggio alla città di Sant'Antonio, che è stata teatro di alcune "Prime volte" per le Case della MotorValley, insieme ad altri anniversari molto importanti. Ripercorriamo i momenti migliori.

Aria di festa

Fin dal primo giorno, l'aria che si è respirata in fiera, come ogni anno, è stata molto vicina a quella di festa. Perché alla fine Auto e Moto d'Epoca è sempre stato questo, una grande festa per tutti gli appassionati di motori, giovani e anziani.

All'interno dei padiglioni hanno trovato spazio moltissimi espositori con auto senza precedenti e in condizioni impeccabili, ovviamente al fianco delle tradizionali aste Bonhams e RM Sotheby's (quest'ultima quest'anno in forma di vendita privata).

Anniversari importanti

Ma l'ultima edizione di Auto e Moto d'Epoca nella Fiera di Padova è stata anche l'occasione per diverse Case di festeggiare importanti avvenimenti. Primo tra tutti, nei padiglioni hanno trovato posto per la prima volta in assoluto tre auto iconiche della MotorValley; l'importantissima Ferrari 125 S, la prima Rossa in assoluto, la Lamborghini 350 GT, la prima auto del Toro in assoluto e, infine, la Maserati 3500 GT, anche lei la prima del Tridente in assoluto.

Ferrari 125 S
Maserati 3500GT
Lamborghini 350 GT

Vicino, Mercedes-Benz ha festeggiato i 70 anni della sua iconica cabrio SL, con un'esposizione unica nel suo genere di tutte le generazioni, dalla prima all'ultima. Contestualmente la stessa Casa della Stella ha celebrato anche i 25 anni del diesel CDI common-rail, i 25 anni della prima Classe A e i 40 anni della W201, la prima Classe C della storia.

Vedi tutte le notizie su Auto e Moto d'Epoca

Bene ma non benissimo

Meno positivi sono stati quest'anno gli acquisti da parte dei privati nei confronti delle auto in esposizione. I cartelli "venduto" sono stati inferiori rispetto all'anno scorso, sinonimo di una mentalità più "conservativa" degli acquirenti, a differenza dell'edizione 2021, che portava con se la forte ventata di rinascita post pandemia.

Il format nella città di Bologna sarà identico all'attuale, non ci saranno significativi cambiamenti in base a quanto hanno comunicato gli organizzatori. Non resta quindi che attendere ottobre 2023 per tornare ad ammirare, "sognare" o acquistare le auto di un tempo.

Fotogallery: Auto e Moto d'Epoca 2022