Continua il trend in recupero per il mercato europeo dell'auto, con le 910.753 immatricolazioni di ottobre 2022 (EU+EFTA+UK) che rispetto alle 798.505 di ottobre 2021 rappresentano una crescita del 14,1%.

Si tratta di un ulteriore segnale positivo, ma è ancora una timida ripresa, dato che nei primi dieci mesi di quest'anno il bilancio è ancora in passivo (-7,8%), con 9.181.660 auto nuove targate contro 9.960.682 dello scorso anno. Insomma, all'appello mancano ancora 779.022 vetture.

Germania, Italia e Regno Unito per la ripresa

Il contributo maggiore a questa lenta rimonta lo hanno dato i principali mercati europei, in particolare la Germania che segna un +16,8% e l'Italia con il suo +14,6%, ma anche il Regno Unito (+26,4%), la Spagna (+11,7%) e in parte la Francia (+5,5%).

Tra i Paesi con un immatricolato più ridotto si segnalano le ottime prestazioni di Repubblica Ceca (+28,5%), Belgio (+21,6) e Paesi Bassi (+20,4%). In calo sono invece le vendite in Slovenia (-18,7%), Danimarca (-14,3%) e Ungheria (-9,5%).

Ottobre positivo per il gruppo Volkswagen

Uno sguardo ai gruppi auto conferma al primo posto Volkswagen con un solido +39,9%, seguito da Stellantis a -1,8% e da Renault (+2,0%) che per qualche centinaio di auto in più supera Hyundai (-4,9%). Altre crescite importanti sono quelle di Toyota (+41,7%), Ford (+37,8%) e Mazda (+13,2%), mentre Mercedes segna un -3,1%.

Le immatricolazioni auto in Europa a ottobre 2022  

In crescita anche Alfa Romeo

L'andamento nelle immatricolazioni di ottobre per singolo marchio riporta le forti crescite di Volkswagen (+37,4%), Audi (+59,0%) e Skoda (+47,5%), oltre a DS (+36,9%) e Alfa Romeo (+83,6%), seppur con volumi più contenuti. Bene anche Toyota (+46,2%), Seat (+29,5%) e Dacia (+16,0%).

In discesa si segnalano in particolare Fiat (-7,7%), Hyundai (-8,9%) Lexus (-14,4%) e smart (-64,5%), quest'ultima in piena fase di riposizionamento di mercato del SUV elettrico #1.