Il termine riscaldamento globale è stato coniato alla metà del XX secolo per descrivere il generale aumento della temperatura media del Pianeta. Per vederlo e toccarlo con mano oggi non bisogna andare lontano, purtroppo. Basta infatti recarsi nel Nord Italia e percorrere una delle tante strade di montagna, un tempo con metri di neve ai bordi.

Proprio quello che ho fatto io, per circa 30 km alla temperatura media di 2 °C a metà febbraio 2023, in occasione del test invernale organizzato da Michelin per mettere alla prova la famiglia di quattro stagioni CrossClimate 2, che avevo già avuto modo di testare a fondo al Porsche Experience Center qualche mese fa. Ecco come è andata.

Tanto caldo in Lombardia

Siamo nel periodo più freddo dell'anno, o meglio in quello che almeno dovrebbe esserlo. Solitamente il mese di febbraio è, infatti, quello sciistico per antonomasia, cioè il periodo dove da sempre si organizzano i weekend sulla neve o le famose settimane bianche.

In questo stesso periodo Michelin ha organizzato un winter test in Valtellina, all'Agriturismo La Florida, premiato per più volte negli ultimi anni e di proprietà di un noto imprenditore automotive del Nord Italia. L'obiettivo? Semplice, recarsi in montagna per mettere alla prova sulla neve le gomme adatte a tutto l'anno, recentemente rinnovate e giunte alla seconda generazione.

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Il battistrada a V delle Michelin CrossClimate 2

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Per farlo, personalmente, ho scelto una Mercedes CLA 180d Shooting Brake, una normale auto compatta familiare a trazione anteriore in un allestimento non molto accessoriato, equipaggiata proprio con le CrossClimate 2, in misura 225/45 R18 95Y XL, le stesse che, come anticipato, avevo avuto modo di provare anche alcuni mesi fa al Porsche Experience Center Franciacorta.

Dopo aver compiuto le ispezioni di rito alle gomme, quindi controllata la corretta pressione e la misura del battistrada, da Mantello, in provincia di Sondrio e paese dell'agriturismo stellato, mi sono messo alla guida alla volta di Bagni di Masino, una frazione del comune di Val Masino in Lombardia.

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Attraverso una strada con qualche tornante e alcune curve con un sottile strato di neve o del lieve ghiaccio, passando poi nel mezzo di una foresta, ho potuto "assaggiare" il comportamento di queste gomme, che non sono né delle tradizionali estive, né delle delle tassellate invernali, bensì qualcosa che coniuga questi due aspetti. Ma perché?

Come sono fatte

Per capire bene come una gomma possa "funzionare" correttamente sia a temperature elevate, come per esempio i 30 gradi di agosto, sia a temperature basse, come per esempio la minima di zero gradi toccata nel corso di questo breve test, è opportuno studiarne la composizione e la forma.

Le seconda generazione di Michelin CrossClimate, proprio come la prima, è stata realizzata innanzitutto partendo dalla gomma estiva del produttore e donandole maggiori capacità di smaltimento dell’acqua e una maggiore trazione su fondi viscidi, il tutto senza pregiudicare troppo i consumi di carburante.

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Il segreto per ottenere tutti questi risultati sta nella nuova scanalatura centrale a V molto pronunciata, in grado di espellere l'acqua accumulata in pochissimo tempo e verso l’esterno, mantenendo un ottimo grip in qualsiasi condizione grazie alla sezione (il battistrada) sempre interamente appoggiata sul manto stradale.

Ma non solo, le parti della V sono state dotate, poi, anche di alcune piccole ulteriori scanalature interne, utili per ottenere la corretta efficienza della gomma sulla neve fresca, proprio come avviene su una corrispettiva gomma invernale.

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Le Michelin CrossClimate 2 alla prova dell'inverno

Il risultato? Degli pneumatici pronti a tutto, per tutto l'anno, utili agli automobilisti che solitamente vivono in città, ma che a volte si recano anche in montagna durante l'inverno, oppure vivono in luoghi dall'elevata piovosità.

Le novità per il 2023

Le Michelin CrossClimate 2 e 2 SUV sono disponibili in 131 misure differenti, da 16 a 20 pollici. Durante la conferenza di apertura dell'evento, l'azienda ha annunciato che nel corso del 2023 introdurrà sul mercato anche le nuove misure da 21 e 22 pollici.

Per capire altri aspetti di queste gomme, legati per esempio all'usura, alla rumorosità o all'utilizzo a temperature sia più basse che più alte, continuate a seguirci nel corso dei prossimi mesi.

Fotogallery: Michelin CrossClimate 2, la prova in Lombardia