Non sempre la nascita di una famiglia di motori plurifunzionali, ossia da cinque o sei cilindri in su, coincide con l’arrivo di vetture di classe superiore.

Quella dei V6 Ecotec di Opel, ad esempio, è nata in circostanze diverse, a essere precisi con il passaggio dalla trazione posteriore a quella anteriore avvenuta con la Vectra, che necessitava di un motore top di gamma più potente ma non troppo ingombrante

Angolo stretto

Il primo motore con cilindri a V appartenete alla grande famiglia degli Ecotec a basse emissioni (la sigla sta per Economy Consumption Optimization Tecnology) viene quindi concepito per questo impiego.

Opel Ecotec V6 (3)

Opel Ecotec V6

Per consentirlo, l’angolo tra le due bancate viene contenuto in soli 54° e si utilizza uno schema di distribuzione con valvole asimmetriche per aspirazione e scarico. Questo ne fa, alla nascita, il V6 a 24V più compatto sul mercato.

Opel Calibra V6 1993

Opel Calibra V6 1993

Il primo di questi motori ha una cilindrata di 2.498 cc, con misure di alesaggio e corsa di 81.6x79.6 mm, e una potenza di 170 CV a 6.000 giri/min per una coppia di 277 Nm a 4.200 giri/min. Equilibrato per prestazioni, silenziosità e consumi, oltre che per le emissioni ridotte, debutta sulla Vectra e poco dopo viene offerto anche sulla coupé Calibra.

Opel Opmega V6 1994 - la meccanica

Opel Opmega V6 1994 - la meccanica

Il 3.0

Al primo V6 fa seguito una seconda unità da 3.0 litri che viene adottata su modelli di taglia superiore, la monovolume Sintra e l’ammiraglia Omega, che lo monta però in posizione longitudinale.

In questo caso le misure interne sono 86x85 mm e la cilindrata esatta 2.962 cc. La potenza tocca i 210 CV a 6.200 giri/min. e la coppia massima i 270 Nm a soli 3.600 giri/min., anche se 240 Nm sono raggiunti già a 2.400 giri/min, cosa che lo rende pronto ed elastico.

Opel Ecotec V6 (2)

Opel Ecotec V6, la distribuzione

Con l’aumento della cilindrata, Opel introduce anche dispositivi come l'aspirazione dinamica Multi-Ram e una nuova centralina elettronica di gestione con capacità di autoapprendimento.

Come gli altri Ecotec, questi motori sono dotati di teste in alluminio, candele testate per 60.000 km e gestione elettronica avanzata. La produzione avviene in Inghilterra, nella fabbrica di Ellesmere Point, dove si producono anche le teste dei quattro cilindri da 1.8 e 2.0 litri.

Fotogallery: I motori Opel V6 Ecotec