Tempo di cambiamenti per la Volkswagen T-Cross. Il crossover più compatto della Casa di Wolfsburg riceve un corposo restyling che ne aggiorna estetica e contenuti, senza modificare più di tanto la filosofia complessiva e senza intervenire sulle motorizzazioni.

Disponibile da inizio 2024, la T-Cross si potrà configurare sul sito ufficiale entro fine anno. Ancora da annunciare i prezzi, che non dovrebbero allontanarsi troppo dai circa 24.000 euro necessari per la versione base attualmente disponibile in concessionaria.

Le novità estetiche

Per quanto ad un primo sguardo le novità possano sembrare poche, in realtà la T-Cross è cambiata parecchio. La lunghezza di 4.135 mm è aumentata di 27 mm rispetto al modello precedente e nel frontale si riconosce una nuova mascherina e un paraurti dalla forma inedita in corrispondenza dei fendinebbia.

Le versioni base e Life hanno i fari LED di serie, mentre la più ricca Style è equipaggiata coi LED Matrix IQ.Light che si riconoscono per i due inserti luminosi al centro della calandra.

Volkswagen T-Cross restyling (2023)

Volkswagen T-Cross restyling, le novità della zona anteriore

Volkswagen T-Cross restyling (2023)

Volkswagen T-Cross restyling, la nuova firma luminosa nel posteriore

Novità importanti anche nel posteriore, con la fanaleria che riceve una nuova grafica. Da notare anche l’inserto nel sottoscocca color Silver, tre nuovi design dei cerchi in lega e i riflettori separati nei paraurti posteriori. Inoltre, la gamma di verniciature è stata allargata con l’introduzione delle tinte Grape Yellow, Clear Blue Metallic e Kings Red Metallic.

Tecnologia e praticità

Le novità proseguono nell’abitacolo, con una plancia ulteriormente affinata e caratterizzata da nuovi materiali e imbottiture soft touch. Le versioni T-Cross e Life sono proposte con un display centrale da 8”, mentre le Style e le R-Line ricevono uno schermo da 10”. In entrambi i casi, troviamo un software dell’infotainment aggiornato, mentre al centro dell’abitacolo ci sono dei nuovi comandi touch retroilluminati per gestire la climatizzazione.

Volkswagen T-Cross restyling (2023)

Volkswagen T-Cross restyling, gli interni

La praticità resta importante, con una capacità di carico compresa tra 385 e 455 litri e la possibilità di far scorrere il divano posteriore di 140 mm. Inoltre, abbattendo i sedili si possono raggiungere i 1.281 litri ottenendo una lunghezza di carico di 2.398 mm.

La sicurezza della Volkswagen resta elevata grazie al confermato Travel Assist. Il sistema di assistenza alla guida include il cruise control adattativo e il Lane Assist, con la Volkswagen che gestisce in autonomia le fermate e le ripartenze (se si scelgono le versioni con cambio automatico DSG).

I motori

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la T-Cross si può scegliere sempre in tre declinazioni a benzina. Le prime due sono proposte con un 1.0 TSI da 95 e 116 CV (quest’ultimo è stato potenziato rispetto ai 110 CV del pre-restyling). Il top di gamma, invece, è il 1.5 TSI evo2 da 150 CV dotato di un sistema di gestione attiva dei cilindri e di un turbocompressore con turbina a geometria variabile.

Volkswagen T-Cross restyling (2023)

Volkswagen T-Cross restyling (2023)

La motorizzazione più potente ha di serie il DSG a 7 rapporti, mentre l’automatico è optional per il 1.0 TSI da 116 CV. La 1.0 TSI da 95 CV, infine, è abbinata al cambio manuale a 6 rapporti.

Fotogallery: Volkswagen T-Cross restyling (2023)