L'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi riprende quota. Gli accordi previsti a febbraio sono stato definitivamente formalizzati, con il riequilibrio delle partecipazioni incrociate tra il gruppo francese e la Casa di Yokohama.

Il nuovo accordo - che sostituirà le intese attuali definite nel 2019 che il Renault e Nissan manterranno una partecipazione incrociata del 15%, con un obbligo di conservazione, nonché un obbligo di limitare le loro partecipazioni. Renault trasferirà il rimanente 28,4% delle sue azioni Nissan a un trust francese (una società fiduciaria), dove i diritti di voto saranno "neutralizzati", fatte salve alcune eccezioni.

Foto - Nissan Qashqai e-POWER 90° anniversario

Nissan Qashqai e-POWER 90° anniversario

Nissan, un fiche di 600 milioni in Ampere

Nissan si è impegnata a investire fino a 600 milioni di euro in Ampere, la nuova entità del gruppo Renault dedicata ai veicoli elettrici e al software in Europa, per diventare un investitore strategico e mantenere un ruolo nel suo consiglio di amministrazione. Questa «opportunità di investimento", spiega la nota ufficiale, "è in linea con la strategia di elettrificazione di Nissan, creando molteplici possibili vantaggi e sinergie che completano gli obiettivi e le iniziative» del marchio giapponese in Europa.

I prototipi della nuova Renault 5

Il prototipo della nuova Renault 5

A seguito del trasferimento del 28,4% delle azioni Nissan al trust, Nissan potrà esercitare i diritti di voto legati alla sua partecipazione nel gruppo Renault. I diritti di voto del gruppo Renault e Nissan saranno limitati al 15% dei diritti di voto esercitabili, con la possibilità per le due società di esercitare liberamente i propri diritti di voto entro tale limite.

Le società hanno sottolineato che la revisione delle intese è soggetta alle approvazioni normative e il completamento è previsto per il quarto trimestre del 2023.

Luca De Meo, ceo di Renault ha dichiarato:

Questi accordi definitivi ci forniscono una base solida per rilanciare le nostre attività sui mercati chiave a livello mondiale con un potenziale di generazione del valore che si aggira su centinaia di milioni per Renault, Nissan, Mitsubishi e i nostri stakeholder. Questi accordi ci danno l’agilità strategica di cui abbiamo più che mai bisogno nel contesto odierno in continua evoluzione. Siamo tutti impegnati al massimo con il giusto spirito e accogliamo Nissan come un partner solido in Ampere, il nostro futuro campione dei veicoli elettrici e del software. Ė una conferma dell’attrattiva di un progetto che posiziona Renault e i suoi partner dell’Alleanza ai primi posti della griglia di partenza nella corsa ai veicoli elettrici e al software in Europa.

Foto - De Meo a Viva Technology 2023

Luca De Meo a Viva Technology 2023

Per Makoto Uchida, numero uno di Nissan, la formalizzazione degli accordi significa che:

Siamo entrati in una nuova fase di collaborazione con Renault e Mitsubishi Motors in aree di innovazione reciprocamente vantaggiose. Tutto ciò creerà più valore mediante le iniziative in linea con il piano Ambition 2030 e la strategia di elettrificazione di Nissan. L'opportunità di investimento in Ampere completa e rafforza l’offensiva già in corso di Nissan nel settore dei veicoli elettrici in Europa e consentirà di attuare molte sinergie, soprattutto in termini di efficienza dei costi, conformità normativa e ampliamento della gamma di prodotti e motorizzazioni per i veicoli elettrici.