NSX rappresenta un nome iconico per tutti gli appassionati di sportive giapponesi. L’Honda più “cool” degli anni ’90 è stato il sogno di tanti bambini, soprattutto di quelli (anche un po’ più cresciuti) che hanno avuto la possibilità di guidarla nei videogame dell’epoca, come Gran Turismo e Need For Speed.

Il mito dell’NSX è proseguito negli anni ’00, con una seconda generazione che si è trasformata in un’ibrida ad altissime prestazioni. L’evoluzione della Honda proseguirà nei prossimi anni (forse nel 2025 o 2026) in una declinazione 100% elettrica e potrebbe avere un look molto simile al nostro render.

Dal circuito alla strada

A ispirare la NSX del futuro potrebbe essere il concept Electric Vision Design Study firmato da Acura, il brand “americano” di Honda. Presentato alla Monterey Car Week dello scorso agosto, il prototipo è stato disegnato presso l’Acura Design Studio di Los Angeles e immagina delle linee tese e affilate ispirate alla monoposto da corsa IMSA.

Nuova Honda NSX, il render di Motor1.com

Nuova Honda NSX, il render di Motor1.com

La stessa Acura ha ammesso che il concept dà un’anteprima di un “potenziale veicolo elettrico sportivo”, senza però fare riferimento diretto all’NSX. Tuttavia, l’associazione è praticamente immediata, anche perché da tempo circolano rumors su un’evoluzione in salsa elettrica della sportiva giapponese.

Anche nel nostro render, l’Honda mostra un’estetica davvero tagliente, con un frontale spigoloso caratterizzato dalla firma luminosa a L e dalle ampie feritoie in corrispondenza dei passaruota. Le forme bombate delle fiancate si contrappongono a un cockpit piuttosto voluminoso, con un ampio parabrezza che ricorda proprio quello delle auto da corsa.

Da notare anche le telecamere (al posto dei tradizionali specchietti) e le profonde nervature della fiancata.

Le ipotesi sul powertrain

Quanto sarà potente la nuova NSX? Ovviamente non ci sono ancora indicazioni ufficiali, anche se è facile credere che il nuovo modello supererà i 610 CV della Type S, la variante più sportiva dell’ultima NSX, giunta ormai a fine produzione. Ci possiamo attendere una configurazione con quattro motori elettrici (uno per ogni ruota) e un’accelerazione 0-100 km/h brutale, con ogni probabilità inferiore ai 3 secondi.

Acura Electric Vision Design Study

Riguardo all’architettura, è possibile che l’Honda nasca su una piattaforma completamente nuova capace di ospitare batterie di nuova generazione (forse allo stato solido) per ricariche ultrarapide. In questo modo, la Casa dovrebbe riuscire ad accontentare anche chi userà l’auto in pista, con brevi soste per la ricarica dopo qualche giro alla massima potenza.

Fotogallery: Nuova Honda NSX, il render di Motor1.com