Da sportiva a SUV. È la storia della Ford Capri, che dopo oltre 50 anni è pronta a tornare in Europa sotto una nuova forma. Conosciuta una volta come un’alternativa europea e più compatta alle muscle car americane, la formula della Capri moderna è figlia dei tempi che cambiano.

L’evoluzione in un SUV per famiglie dovrebbe avvenire nel 2024, ma abbiamo provato ad anticipare i tempi dandovi un’idea di come sarà la nuova Ford grazie al nostro render.

Vena sportiva

La nostra ricostruzione grafica prende spunto dalle prime foto spia degli scorsi mesi e da un primo importante dettaglio, ossia il fatto che con ogni probabilità si baserà sulla piattaforma MEB di Volkswagen.

Anche se Ford non ha ancora ufficializzato il nome “Capri”, sono in tanti a scommettere sul ritorno in un nome così storico. Come detto, però, non aspettatevi una sportiva di razza, ma un SUV più simile per linee e filosofia ai modelli più grandi della famiglia ID di Volkswagen.

Ford Capri (2024), il render di Motor1.com

Ford Capri (2024), il render di Motor1.com

In linea di massima, questo modello dovrebbe condividere alcuni elementi estetici dell’Explorer elettrica, ma in una chiave più aggressiva e coupé, tutto a vantaggio dell’estetica e, soprattutto, dell’aerodinamica, con la possibilità di ottenere qualche chilometro in più di autonomia. Esclusivi per la Capri sono anche i fari, il cui design è stato svelato in un teaser degli scorsi mesi.

Il legame con l’ID.5

Le proporzioni da SUV coupé dovrebbero “allungare” la Capri poco oltre i 4,46 metri di lunghezza della Explorer. Così, la nuova Ford potrebbe avvicinarsi ai 4,6 m e rappresentare così una sorta di “cugina” della Volkswagen ID.5. Simili al modello di Wolfsburg potrebbero essere anche i powertrain, con una batteria da 77 kWh e versioni da uno o due motori elettrici.

Il nuovo Crossover elettrico di Ford, foto spia

Il nuovo Crossover elettrico di Ford, foto spia

Ci si attende un’autonomia intorno ai 500 km, mentre la gamma motorizzazioni resta abbastanza difficile da ipotizzare. Se l’adozione di una variante da 204 CV sembra plausibile, molto meno lo è quella da 299 CV, che sull’ID.5 è marchiata GTX a connotarne la sportività. Che Ford voglia proporre qualcosa di simile utilizzando la sigla GT o RS? Non resta che attendere ancora qualche mese per scoprirlo.

Intanto, possiamo immaginare che il prezzo di listino sarà leggermente più alto di quello dell’Explorer, con un attacco fissato a circa 47-50.000 euro.

Fotogallery: Ford Capri (2024), il render di Motor1.com