La Honda NSX potrebbe tornare, ma in una versione completamente inedita. Già perché il revival dell'iconica sportiva giapponese non avrà alcun motore termico, passando all'elettrico puro. In linea con le ambizioni della Casa, pronta a dare una decisa e totale accelerata al proprio piano di investimenti sui modelli "alla spina". 

A dare i primi dettagli sulla nuova generazione ci ha pensato Toshiro Mibe, amministratore delegato di Honda, ai colleghi di Autocar. "Stiamo già facendo ricerche sulle auto sportive nell'era elettrica" ha dichiarato il manager giapponese, arrivando poi a confessare come "nel centro di ricerca e sviluppo abbiamo un'auto sportiva elettrica".

Pronti per la rivoluzione

Mibe non ha dato alcun dettaglio tecnico o stilistico su quella che potrebbe essere l'erede della Honda NSX, limitandosi a dire che i lavori "procedono costantemente" e che, in quanto elettrica, "avrà un gusto differente" rispetto a ogni auto sportiva mai creata da Honda fino a oggi. 

Nuova Honda NSX, il render di Motor1.com

Nuova Honda NSX, il nostro render

Vien facile immaginarlo: se da una parte infatti la prima NSX si affidava unicamente al mitico V6 VTEC 3.0 da 269 CV la nuova generazione sfrutterà unicamente motori elettrici, facendo un ulteriore salto generazionale rispetto all'attuale generazione, mossa da un powertrain ibrido. Mibe ha poi aggiunto "La priorità nella realizzazione di questo tipo di auto è che devono essere divertenti da guidare, indipendentemente dalla motorizzazione utilizzata".

Bisogna però ribadire una cosa: la nuova Honda NSX è ancora tutta da confermare. Non basta infatti la presenza di un prototipo per dirsi certi di una sua produzione in serie. Se mai dovesse avvenire però con ogni probabilità utilizzerà la meccanica delle elettriche della famiglia "Honda 0", anticipata al CES di Las Vegas 2024 da due stravaganti concept

Honda Saloon EV Concept 2024

Honda Saloon EV Concept

Concetto elettrico Honda Space-Hub 2024

Honda Space Hub Concept

In arrivo a partire dal 2026 e formata da 30 modelli commercializzati in tutto il mondo avranno una piattaforma dedicata e sistema propulsivo "all-in-one", vale a dire con motore, inverter e trasmissione in un'unica unità, come sull'eDrive di BMW. Ciò permette di ridurre gli ingombri ottimizzando lo spazio interno.