Una nuova Bugatti capita raramente. L'azienda di Molsheim ha lanciato solo due (vere) novità nell'era del Gruppo Volkswagen: nel 2005 la Veyron e nel 2016 la Chiron (non vogliamo contare le versioni speciali). Questo 2024, però, si preannuncia interessante. In alcuni forum circolano voci su un propulsore inedito, abbiamo quindi chiesto a Bugatti come stanno le cose.

Come prevedibile la Casa non ha voluto commentare le speculazioni. Tuttavia, la responsabile delle comunicazioni, Nicole Auger, ha detto a Motor1.com US che la vettura sarà svelata a metà di quest'anno.

Non aspettatevi un'elettrica, ma un'ibrida

L'unica informazione finora confermata è che avrà ancora un motore a combustione interna, ma non il W16. Il mostruoso quadriturbo di 8 litri è infatti ormai prossimo alla pensione: Mistral roadster e Bolide, hypercar dedicata alla pista, saranno infatti gli ultimi modelli a utilizzare lo storico propulsore nato con la Veyron e poi aggiornato sulla Chiron.

Sul futuro ci sono notizie contrastanti: alcuni sostengono che sarà un V16 da 8,3 litri ad aspirazione naturale sviluppato da Cosworth, mentre altri ipotizzano un motore più piccolo, come il V12 della Lamborghini Revuelto o il V8 del Gruppo Volkswagen. C'è anche la possibilità che si tratti di un motore completamente nuovo. In ogni caso, i funzionari dell'azienda hanno confermato che la prossima Bugatti sarà ibrida.

L'amministratore delegato di Bugatti-Rimac, Mate Rimac, ha detto che l'erede della Chiron ci stupirà con caratteristiche mai viste prima e un gruppo propulsore "fortemente elettrificato" basato su "un motore a combustione molto attraente".

L'ex direttore del design di Bugatti, Achim Anscheidt, ha detto che la nuova Bugatti sarà "ancora più sorprendente" della Mistral:

"Sarà sorprendente, tecnologicamente e in termini di innovazione. Sarà un'auto completamente fuori dal comune ed è una vera gioia lavorarci".

Bugatti sta lavorando al suo design dal 2021 e quindi questa sarà l'ultima hypercar del marchio ad essere firmata da Achim Anscheidt, ritiratosi nel 2023 dopo quasi due decenni nell'azienda (il nuovo responsabile è Frank Heyl).

Nuova al 100%

Mentre la Chiron era una Veyron pesantemente rivista, si dice che la nuova Bugatti poggerà su una nuova piattaforma. Inoltre, secondo alcune indiscrezioni, la nuova hypercar francese potrebbe diventare ancora più esclusiva rispetto a Veyron (prodotta in 450 esemplari) e Chiron (500 esemplari). 

Come condiviso da Mate Rimac su Instagram, il nuovo modello è stato mostrato a porte chiuse nel novembre 2023. L'anteprima ha avuto luogo durante un incontro con i partner dell'azienda, tenutosi presso la sede di Berlino e, curiosamente, sotto i teli si nascondevano due auto. 

 

Anche se mancano pochi mesi all'anteprima mondiale, le consegne ai clienti non inizieranno prima del 2026. Il marchio francese è impegnato a completare la produzione della Mistral e della Bolide, limitate rispettivamente a 99 e 40 esemplari. Nel frattempo, ha recentemente consegnato l'ultima Chiron "standard".

Continuate a seguirci per saperne di più.