La nuova MINI Cooper a benzina è arrivata. A distanza di pochi mesi dal debutto della J01, ossia la sua controparte a batteria che ha svelato il design innovativo dei prossimi modelli della Casa, a rinnovarsi oggi è anche la versione con motori termici, nome in codice F66.

Basata sulla stessa piattaforma della fortunata F56, che ha debuttato nel 2013, mantiene i collaudati motori a benzina a 3 cilindri B38 e a 4 cilindri B48, adottando lo stesso abitacolo e lo stesso design esterno della versione a zero emissioni, con lievi modifiche. Scopriamo tutti i dettagli.

MINI Cooper 2024, gli esterni

Sono passati esattamente 10 anni dall'arrivo sul mercato della MINI Cooper F56, la fortunata quarta generazione della compatta britannica che nel corso del tempo è stata prodotta in centinaia di migliaia di esemplari, grazie alle sue forme esterne e interne evocative dei modelli del passato, che hanno saputo conquistare un pubblico sempre più grande, e al go-kart feeling rimasto quasi invariato anche a distanza di mezzo secolo dal modello originale.

In occasione dell'arrivo sul mercato della versione elettrica, dunque, anche la versione con motori a benzina si presenta per il 2024 con un design completamente nuovo.

Partendo dal frontale, a cambiare prima di tutto è il paraurti anteriore che ora ingloba una nuova griglia dalle grandi dimensioni presa in prestito direttamente della J01 elettrica. Sopra di lei, inglobati come sempre nel cofano motore, trovano posto anche i nuovi fari Full LED (optional adattivi) con la nuova firma luminosa della Casa inglese e di maggiori dimensioni rispetto al passato.

Sulla versione più potente Cooper S, infine, sparisce del tutto la tradizionale e "storica" presa d'aria sul cofano motore, presente per la prima volta sulla R53 con funzione di raffreddamento del compressore volumetrico.

Passando al profilo, un elemento che colpirà subito i più esperti delle MINI di tutti i tempi sono sicuramente i nuovi specchietti, che con questo aggiornamento di più che metà carriera, a cavallo tra un pesante lifting e un nuovo modello vero e proprio, abbandonano per la prima volta la classica forma a "uovo" per diventare più rettangolari, proprio come sulla versione elettrica.

Grazie ad alcune piccole aggiunte estetiche, con questo grande aggiornamento ora il tetto sembra più basso rispetto a prima e perfettamente raccordato, come da tradizione MINI, con il posteriore, dove è presente l'immancabile spoiler aerodinamico.

Il vero punto di rottura con il modello uscente, però, lo possiamo vedere spostandoci al posteriore, dove anche in questo caso i fanali e il baule sono stati interamente ridisegnati ispirandosi alla nuova MINI elettrica, quindi abbracciando il nuovo stile triangolare per i gruppi ottici, uniti anche in questo caso dalla nuova linea orizzontale continua. Proprio come la feritoia sul cofano, sparisce, infine, anche lo scarico a vista.

Mini Cooper S (2024)

Mini Cooper S 2024, il posteriore

MINI Cooper 2024, gli interni

Grandi cambiamenti per la MINI a benzina arrivano anche negli interni. La nuova 3 porte, infatti, conserva un importante legame con la tradizione, a partire dal quadro strumenti circolare al centro della plancia.

Il nuovo sistema di infotainment, che gradualmente sta debuttando su tutte le nuove auto della casa inglese, si chiama MINI Interaction Unit ed è costituito da un display LED da 9,44 pollici dotato del sistema operativo MINI OS 9, che consente di gestire praticamente tutte le funzioni dell’auto, da quelle di comfort a quelle dedicate ai sistemi di assistenza alla guida.

Ma non solo. Nella nuova dotazione di bordo, infatti, debutta anche il primo assistente vocale della casa britannica, il MINI Intelligent Personal Assistant, che può essere attivato con il comando “Hey MINI!” oltre che dalle razze del nuovo volante.

Come sulla F56 in uscita, poi, non mancano alcuni accessori importanti per gli utenti, come per esempio l’head-up display e i sedili sportivi che possono essere scelti con nuovi rivestimenti sostenibili.

Una delle principali differenze rispetto alla nuova versione elettrica J01, invece, sono i pannelli porta e il conseguente posizionamento dei tweeter dell'impianto audio. Come si può notare dalle prime foto divulgate dalla casa, infatti, gli elementi su questo ultimo aggiornamento della MINI a benzina sono ancora posizionati sui montanti anteriori, invece che vicino alle maniglie di apertura porta.

Mini Cooper S (2024)

Mini Cooper S 2024, i sedili

Mini Cooper S (2024)
Mini Cooper S (2024)

MINI Cooper 2024, i motori e la meccanica

Ma veniamo al dunque. Abbiamo detto che questa nuova MINI è l'ultima termica della storia (ammesso che nel corso del tempo la casa non cambi idea), dunque parliamo dei motori.

Come anticipato nell'introduzione, si tratta dei collaudati 1.5 Turbo 3 cilindri B38 e 2.0 Turbo 4 cilindri B48, in grado di produrre rispettivamente 156 CV e 230 Nm di coppia e 204 CV e 300 Nm di coppia, naturalmente omologati secondo le ultime normative europee antinquinamento.

I più esperti noteranno che a cambiare sulla Cooper S è solo la potenza del 2,0 litri, che abbandona i precedenti 192 CV per offrire un maggiore boost agli alti giri, nessuna differenza invece per quanto riguarda l'entry level a 3 cilindri, sulla quale a cambiare è solo il nome, che diventa Cooper C per differenziarsi maggiormente dalla sua controparte elettrica.

A livello di trasmissione, la trazione è sempre affidata alle ruote anteriori e la casa non ha divulgato informazioni riguardo il cambio, che dovrebbe però essere solo automatico, visto il recente addio dell'azienda al manuale, e dovrebbe trattarsi del collaudato doppia frizione a 7 rapporti, nel caso della meno potente, o del convertitore di coppia a 8 rapporti, nel caso della più potente.

Completando con la meccanica, su questa nuova e ultima MINI termica debutta un nuovo assetto completamente rivisto dagli ingegneri inglesi, progettato, secondo la stessa casa, per offrire un comportamento agile e garantire il classico go-kart feeling, con uno sterzo preciso abbinato a freni più potenti rispetto al passato.

Mini Cooper S (2024)

Mini Cooper S (2024)

Motore Cooper C - 1.5 Turbo 3 cilindri Cooper S - 2.0 Turbo 4 cilindri
Cilindrata 1.499 cc 1.998 cc
Cilindri 3 4
Alimentazione Benzina Benzina
Potenza 156 CV 204 CV
Coppia 230 Nm 300 Nm
Vel. massima nd nd
0-100 km/h 7,7 s 6,6 s
Trazione Anteriore Anteriore
Consumi 5,9 - 6,5 l/100 km 6,1 - 6,7 l/100 km

MINI Cooper 2024, i prezzi

L'arrivo in Italia dell'ultima MINI Cooper a benzina avverrà nel corso del 2024. La casa non ha ancora divulgato i prezzi ufficiali per l'Italia, ma in Germania il listino - già disponibile - parte dai 28.900 euro necessari per portarsi a casa la nuova MINI Cooper C, optional esclusi, fino ai 32.900 euro necessari per la nuova MINI Cooper S, anche in questo caso al netto di accessori.

MINI Cooper 2024, le concorrenti

Le hatchbak a 3 porte sono ormai rarissime e la MINI Cooper è oggi praticamente l'unica a essere rimasta nel suo segmento. Scendendo leggermente come dimensioni troviamo, però, la Toyota Yaris GR, seppur dalla potenza ben superiore, passando invece alle 5 porte e salendo leggermente come dimensioni, troviamo invece l'appena rinnovata Volkswagen Golf.

Nuova Toyota Yaris GR (2024) prototipo

Toyota Yaris GR 2024

Volkswagen Golf 2024 restyling - Foto

Volkswagen Golf 2024

Fotogallery: Mini Cooper S (2024)