Curata nello stile, ma molto più funzionale di quello che potrebbe sembrare. Ecco pregi e difetti della coreana

SUV, sempre e soltanto SUV. E se qualcuno iniziasse a essere stufo, ma non avesse voglia di tornare alla classica station wagon? La risposta, in Casa Kia, si chiama ProCeed. Concreta come tutti prodotti del marchio, capiente (quasi) come una familiare, dinamica nel look (quasi) come una coupé. E se credete che questi accostamenti siano eccessivi, cliccate su play qui sopra e guardate il video.

Pregi e difetti

Apri il portellone del bagagliaio ed ecco la piacevole sorpresa: non solo la capacità è di ben 594/1.545 litri, solo 30 e 150 in meno rispetto alla Ceed SW, ma sotto al piano di carico ci sono due ampi vani portaoggetti di cui uno per riporre la cappelliera e, ancora più sotto, il ruotino.

Kia ProCeed

Il tutto, con l’aggiunta di vari ganci per fissare borse ed elastici. Dietro, fino al metro a 80 di altezza si sta molto comodi. Fra i punti forza non si possono non mettere la qualità costruttiva (cosa che ormai non stupisce più) e il piacere di guida: non solo l’assetto è rigido al punto giusto, ma è ben accordato a uno sterzo svelto a abbastanza comunicativo, oltre che da un retrotreno sempre sicuro, che però, se stuzzicato, allarga leggermente la traiettoria.

Kia ProCeed

Motore e cambio? Le risposte sono buone, ma non eccezionali. L’unico difetto è dunque la relativa lentezza del cambio, che non si risolve nemmeno selezionando la modalità sport.

Quanto costa

Il listino parte dai 29.000 euro della 1.400 turbobenzina da 140 CV e sale a 31.250 per la turbodiesel; 1.500 euro in più - che mi sento di consigliarvi - per il cambio automatico. Si tratta di cifre non bassissime, vero, ma la proceed è proposta solo in allestimento GT-Line, molto ricco, e GT, ancora più completo e proposto solo con il motore 1.600 turbobenzina da 204 CV.

Kia Proceed

L’esemplare della prova, con gli optional montati, costa 36.300 euro. Fra le altre cose (di serie), non manca la possibilità di interfacciare il sistema di infotainment con gli smartphone Android ed Apple, nel pieno delle loro funzionalità, tra le quali anche Waze, per viaggiare “schivando” sempre le code.

Fotogallery: Kia ProCeed