Abbiamo provato la versione a emissioni zero della Opel Corsa, che con la batteria da 50 kWh garantisce sulla carta 330 km di autonomia

Debutto su strada per la versione a zero emissioni della più piccola della Casa tedesca. La Opel Corsa-e affianca le omologhe benzina e diesel ed eredita l'hardware della cugina francese, che le garantisce un'autonomia elevata e ottime prestazioni quando si parla di ricarica.

Disponibile in tre allestimenti la Corsa-e può approfittare degli incentivi statali che la rendono molto competitiva sul mercato. Adesso, però, vediamo come se la cava nella nostra prima prova

Com'è fuori

La Corsa elettrica mantiene le stesse dimensioni delle varianti endotermiche e quindi la compattezza che la rende fruibile anche nei centri cittadini. 4,06 metri di lunghezza e 2,53 metri di passo che consentono di accogliere 4 passeggeri e rispettivi bagagli

Fotogallery: Opel Corsa-e, prova su strada

L'estatica non si discosta troppo dalle versioni tradizionali, ma ci sono alcuni ritocchi per gli alloggi dei fendinebbia anteriori e posteriori. I cerchi in lega da 17", invece, hanno un design dedicato che cerca di massimizzare l'efficienza dell'aerodinamica. Sullo sportellino di sinistra si trova l'attacco per ricaricare la batteria da 50 kWh che accetta sia corrente alternata (wallbox da 7,2 kW) che continua fino a 100 kW se trovate una colonnina con questo livello di potenza. 

Normalmente ci voglioni circa 8 per la ricarica, ma con la seconda opzione si arriva a recuperare l'80% dell'autonomia in 30 minuti. 

Com'è dentro

Anche qui non ci sono differenze in termini di design, stile e accessori. I matariali non trasmettono un feedback particolarmente premium visto che i materiali più morbidi sono riservati a pochi punti di plancia, consolle e portiere. 

Nuova Opel Corsa vs Corsa prima serie

Gli assemblaggi, invece, sembrano particolarmente buoni per un'auto di questo segmento, anche se la qualità viene fuori con il tempo. Ci sono sia i comandi sul volante che all'interno del touch screen centrale che arriva fino a 10" negli allestimenti più curati, ma a differenza delle parenti francesi qui la regolazione del clima ha ancora i tasti fisici

Un punto da sottolineare è il fatto che il pianale (e-CMP) non nasce per dare vita a modelli puramente elettrici e quindi con l'arrivo delle batterie si perde qualcosa a livello di spazio al posteriore (praticamente impercettibile rispetto ai modelli endotermici) e nel bagagliaio, che da 309 litri scende a 267. 

Piacere di guida

La Opel Corsa-e si fa condurre con estrema semplcità in tutti gli ambiente e secondo la Casa non sono molte le differenze a livello dinamico se paragonata con quelle benzina e diesel. A fronte dei kili in più infatti il baricentro è notevolmente più basso e questo consente alla Corsa elettrica di muoversi con disinvoltura tra le curve anche grazie ai 136 CV e 260 Nm di coppia.

Opel Corsa-e

La dinamica è buona e le sospensioni non troppo rigide consentono di godersi i tratti con qualche curva senza rinunciare al comfort che su questo segmento è in costante crescita. Anche le risposte da sterzo e acceleratore sono buone e sensibilimente diverse a seconda delle varie modalità (Sport, Normal, Eco). La prima, tra l'altro, rende la Corsa-e particolarmente frizzante e le regala livelli di accelerazione che le sorelle a combustibile possono solo sognarsi

All'inizio, però, bisogna fare l'abitudine con il pedale del freno che a causa della logica di recupero dell'energia cinetica ha un feedback particolare. La prima fase della corsa non è efficace come quella dei normali impianti e quasi improvvisamente l'intensità della frenata aumenta per cercare di massimizzare il recupero. Questo si percepisce soprattutto alle velocità più alte, in città l'esperienza è molto più "tradizionale". 

Comfort 

La Corsa-e in città non ha rivali quanto a comodità, visto l'assoluto silenzio e la mancanza di vibrazioni in cui ci si può immergere. Grazie ai sistemi di assitenza alla guida di secondo livello se la cava benissimo anche fuori dal centro urbano. 

Opel Corsa-e

cruise control adattivo e lane assist, con funzione di lane centering, funziano a un livello tale da portare la corsa ad un altro livello anche rispetto a modelli di segmento superiore. Si tratta sempre di sistemi di assitenza alla guida, per cui è necessario stare sempre concentrati sulla guida. 

Quanto costa

Ci sono 3 allestimenti per la variante elettrica della Corsa: Edition, Elegance e GS Line. Il prezzo di listino parte da circa 30.000 euro, ma con gli incentivi statali, in caso di rottamazione di una vettura ritenuta inquinante, si può scendere fino a 18.300 euro per la prima e 19.900 per le altre due versioni. Il prezzo con gli incentivi varia a seconda che si rottami o meno una vecchia auto e a seconda delle regioni è possibile che possa ulteriormente fluttuare. 

Opel Corsa-e

Per quanto riguarda gli optional è meglio puntare al sodo e scegliere accessori come i fari Intellilux, quelli a matrice da 600 euro, e sistemi di assistenza alla guida che valgono fino all’ultimo centesimo. 

Opel Corsa

Prezzo base 18.300 euro con incentivi statali
Batteria 50 kWh
Tempo di ricarica 7 ore con wallbox a 7,4 kW
Tipo di ricarica Standard AC + CCS 100 kkW
Trazione Trazione anteriore
Autonomia in elettrico 330 km WLTP
Lunghezza 4,06 metri
Velocità Massima 150 km/h
Potenza 136 CV
Accelerazione 0-100 km/h 8,4 secondi
Peso 1500 Kg