Il cambio manuale ha innesti rapidi e precisi. Buono l'assorbimento, così come l'insonorizzazione. Prezzi da 26.000 euro

Controcorrente. Nel senso letterale del termine se per corrente intendiamo quella elettrica. E mentre il mondo dell’automobile si muove sempre più di rincorsa verso i veicoli a batteria, in DS hanno pensato appunto di andare controcorrente, riportando all’attenzione il classico motore a "benza". Un tre cilindri montato sulla DS3 Crossback che, in attesa di una transizione più marcata agli elettroni, resta la soluzione più comoda per le diverse situazioni di spostamento e traffico.

L’early premium del brand francese è equipaggiato con il 1.2 Puretech, proposto in gamma sui tre livelli di potenza: 100, 130 e 155 CV. La coppia è, rispettivamente, di 205, 230 e 240 Nm a 1.750 giri/minuto. Per il mio mini-tour di una ventina di chilometri nell’area nord-ovest di Milano ho utilizzato il 100 CV, cambio manuale a 6 marce, nell’allestimento più ricco Performance Line+ (gli altri sono, indicandoli a passo di gambero: Performance Line, Grand Chic e So Chic).

Il PureTech 100 è la motorizzazione della DS3 Crossback più venduta, con il 46% del mix. Le versioni a benzina rappresentano nel loro complesso il 34% delle consegne di una gamma che prevede anche il Diesel e l’elettrico E-tense.

Clicca per leggere:

Esterni | Interni | Guida | Curiosità | Prezzi

Esterni

La linea della DS3 Crossback dopo due anni all’esordio non stupisce più, ma conserva inalterati alcuni caratteri di originalità che la rendono diversa da tutti gli altri crossover. A cominciare dalla pinna sul montante B, quello centrale, che dà alla linea di cintura un’aria da grafico di Borsa, anzi di Bourse per essere focalizzati sull’Euronext.

DS 3 Crossback

Le linee tese e quelle morbide si alternano creando una miscela appagante per l’occhio, supportata dal frontale anteriore importante ma non appesantito (grazie anche alle luci diurne a lacrima), così come il posteriore che trasmette un’impressione congiunta di solidità ed eleganza. Non manca poi l’elemento prezioso-avveniristico-aerodinamico, cioè l’incasso delle maniglie nelle portiere con effetto a scomparsa.

DS 3 Crossback
Essai DS 3 Crossback 2019

Interni

Qui domina il concetto del prendere o lasciare. O gli interni piacciono, nella loro originalità. Oppure respingono. Qualsiasi linea nell’abitacolo che abbia bisogno di un angolo viene declinata in una forma romboidale. E anche se si è preparatissimi in geometria bisogna fare l’abitudine ai pulsanti degli alzacristalli sul tunnel.

DS 3 Crossback

Ciò permette di liberare da qualsiasi tasto il reparto portiera-appoggiabraccio, con il risultato però che i comandi degli specchietti retrovisori sono in posizione scomoda e di difficile individuazione, infossati in una nicchia a sinistra del piantone dello sterzo. I materiali e la qualità dell’assemblaggio interno sono di livello superiore. Anche l’assetto complessivo del posto guida fornisce l’impressione di trovarsi su una vettura di maggior classe.

Essai DS 3 Crossback 2019
Essai DS 3 Crossback 2019

Guida

La DS3 Crossback è noise cancelling, un po’ come quelle cuffie stereo che isolano dalla maggior parte del mondo esterno. La scelta dei materiali insonorizzanti, le ridotte vibrazioni del motore e il contenimento dei fruscii aerodinamici rendono davvero fuori dall’ordinario la percezione silenziosità dell’abitacolo. Lungo 4,12 metri e largo 1,80, il crossover della DS è poi estremamente maneggevole e sfrutta le caratteristiche positive della piattaforma CMP.

La taratura semirigida delle sospensioni assicura un assetto ottimale: scarso il rollio e l’effetto di coricamento in curva, molto buono l’assorbimento delle asperità del terreno, preciso l’adeguamento alle ondulazioni, solo leggermente ruvido il rimbalzo sui tombini e sugli avvallamenti più marcati del tessuto urbano ed extra-urbano.

Essai DS 3 Crossback 2019

I 100 Cv hanno un’erogazione lineare con il motore che risulta pastoso e all’occorrenza vivace. Nelle scalate veloci alle marce basse si avverte un breve ma marcato effetto risucchio. Il cambio funziona a dovere, con innesti rapidi e precisi. La leva è piuttosto alta, old style, cosa curiosa ora che la moda imperante è quella di sostituirla con pulsanti e bottoni. La frizione stacca in basso anche se il pedale (con inserti in alluminio come gli altri, su questo allestimento) ha una corsa piuttosto lunga. La frenata è pronta e ben modulabile.

Essai DS 3 Crossback 2019
DS 3 Crossback

Non ho apprezzato lo sterzo, che mi è sembrato un po’ impreciso e non particolarmente comunicativo. Lorenzo Curatti nel suo #Perché comprarla la pensa diversamente: detto che è positivo avere impressioni diverse anche tra colleghi, è molto probabile che la ragione stia più dalla sua parte.

Quello su cui siamo tutti d’accordo è la visibilità del conducente: se il lunotto restituisce un campo visivo ridotto al retrovisore, aiutano gli specchietti piuttosto generosi e davvero ben posizionati. Il montante anteriore sinistro unito alla sporgenza del cofano motore crea però un angolo cieco piuttosto ampio e fastidioso nella percezione degli ingombri. La massa di 1.276 chilogrammi in ordine di marcia favorisce l’abbattimento dei consumi: 5,4 litri per 100 chilometri dichiarati dalla Casa per la versione da 100 CV.

Curiosità

Il PureTech 1.2 ha vinto per quattro anni consecutivi il premio internazionale di 'Motore dell'anno' nella categoria di riferimento, frutto di un investimento complessivo di 410 milioni di euro, con 210 brevetti, che garantiscono il 18% di riduzioni nelle emissioni di CO2 rispetto a un tradizionale motore 4 cilindri ed il 75% di abbattimento del particolato grazie a un filtro dedicato, il Gpf (Gasoline particulate filter).

DS 3 Crossback

Prezzi

La versione d’attacco della DS3 è la PureTech 100 So Chic che parte a listino da 26 mila euro (26.500 nell’allestimento Grand Chic). Il top di gamma è la E-Tense elettrica Performance Line+ che arriva a 44.200 euro. Tra i modelli a benzina, il PureTech 130 CV cambio automatico ha prezzi chiavi in mano, rispettivamente, di  29.500 (So Chic), 30 mila (performance Line), 33 mila (Grand Chic) e 33.500 (Performance Line +).

Il PureTech 155 CV cambio automatico è proposto a 35 mila euro in allestimento Grand Chic e 35.500 in quello Performance Line+. I diesel sono offerti in due livelli di potenza: 110 e 130 CV. Il BlueHDi 110 costa 27.850 (So Chic) oppure 28.350 (Performance Line). Il BlueHDi 130 è a 31.350  euro (So Chic), 31.850 (Performance Line), 34.850 (Grand Chic) e 35.350 euro (Performance Line+).

La E-Tense parte da 40.200 euro (So Chic) e sale a 40.700 (Performance Line), 43.700 (Grand Chic) per arrivare ai 44.200 della Performance Line+.

Fotogallery: DS 3 Crossback

DS DS 3 Crossback

Lunghezza 4,12 m
Altezza 1,53 m
Larghezza 1,79 m
Capacità di carico 350 litri
Motore 1.2 PureTech benzina 3 cilindri
Potenza 100 CV
Coppia Massima 205 Nm
Trasmissione Manuale a 6 rapporti