Le Alfa Romeo sono auto che puntano molto sul piacere di guida, sulle prestazioni: ogni volta che un nuovo modello arriva sul mercato, quindi, gli appassionati vogliono sapere soprattutto come va su strada, quali sensazioni trasmette. A maggior ragione se l’auto in questione è un SUV come l’Alfa Romeo Tonale.

Perché? Be’, Alfa ha già dimostrato con la Stelvio che anche una macchina con il baricentro più alto di quello di una berlina può comunque dare soddisfazione a chi guida. Nelle prossime righe, quindi, vi racconterò se la Tonale riesce “a fare il bis”, dopo averla provata sulle strade attorno al Lago di Como, scelte per questo primo test drive ufficiale.

E poi ci sono motori e cambi nuovi per il marchio Alfa Romeo. Stesso discorso per il telaio, che non deriva né dalla piattaforma della Stelvio né da quella dell’Alfa Romeo Giulietta.

Clicca per leggere: 

Esterni Interni Guida Curiosità Prezzi 

Esterni

L’Alfa Romeo Tonale si posiziona nella “fascia alta” dei SUV medi di segmento C. Ha infatti una caratterizzazione da modello premium, per vedersela con rivali come Audi Q3, BMW X1, Range Rover Evoque, Mercedes GLA e Volvo XC40. Inoltre, ha dimensioni importanti per la categoria, perché supera di poco i 4,50 metri di lunghezza, come una Volkswagen Tiguan.

Foto - Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid prova su strada
Foto - Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid prova su strada

A livello estetico, poi, i designer hanno cercato di non perdere gli elementi stilistici introdotti dal prototipo presentato al Salone di Ginevra nel 2019. Più che altro, sono cambiate un po’ le proporzioni della carrozzeria, che sul modello di serie sono meno grintose rispetto al concept. Ci sono comunque diversi richiami a importanti modelli Alfa Romeo del passato.

A cominciare dal frontale, dove le immancabili prese d’aria e lo scudetto (che insieme formano il famoso tri-lobo anteriore) sono affiancate da fari a matrice di LED con un disegno a 3 elementi per lato, che si ricollega alle Alfa Romeo SZ e Alfa Romeo Brera. E questo schema di 3 punti luminosi per fanale è stato scelto anche per le luci di coda, collegate tra loro da una linea luminosa a tutta larghezza.

Un altro riferimento al passato del marchio è la nervatura sulla fiancata della Tonale, che unisce il muso alla coda, chiamata dai designer GT Line perché fa riferimento a modelli storici,  come l'Alfa Romeo Giulia GT. Il disegno della coda è legato anche alle forme dell’Alfa Romeo 8C competizione nelle linee che definiscono il lunotto, mentre i cerchi in lega con disegno a “disco telefonico” riprendono lo stile soprattutto delle ruote dell’Alfa Romeo 33 Stradale.

Interni

Gli interni dell'Alfa Romeo Tonale fanno debuttare un nuovo stile per il Biscione, più tecnologico, più moderno. Tra le peculiarità, c'è una plancia caratterizzata da una superficie retroilluminata che può cambiare colore in base anche alle modalità di guida. Lo schermo TFT da 12,3 pollici della strumentazione è incorniciato da palpebre “a cannocchiale”, come molte Alfa Romeo del passato, così come la grafica scelta per contagiri e tachimetro che cambia orientamento proprio come le Alfa di una volta.

Foto - Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid prova su strada

Il volante è quello della Giulia e della Stelvio, con integrato il tasto per avviare il motore e le grandi palette fisse in alluminio per il cambio automatico, di serie su tutte le Tonale. Sono rimasti dei comandi fisici, come quelli per il climatizzatore, per il volume dell’audio o per le modalità di guida. Senza che per questo venga a mancare spazio nella console centrale per le prese USB o per la mensola di ricarica senza fili per gli smartphone.

L'infotainment centrale è un touchscreen da 10,25" ed è basato su un software Android Automotive, personalizzato con un'interfaccia Alfa Romeo e con l'assistente vocale Amazon Alexa, oltre che con Apple Car Play e Android Auto in modalità senza fili.

Parlando di spazio, la Tonale ha un bagagliaio che parte da una capacità minima di 500 litri (oppure 450 litri nelle versioni plug-in) e offre un'abitabilità posteriore nella media per un'auto di questa categoria. Con il divanetto frazionato 60:40, la botola centrale per gli oggetti lunghi, una conformazione differenziata tra sedili laterali e posto centrale e delle bocchette della climatizzazione - più una presa USB - sul tunnel.

Guida

L'Alfa Romeo Tonale protagonista di questo primo test drive ha il nuovo motore 1.5 turbo benzina a 4 cilindri, con un’elettrificazione a 48 V di tipo mild hybrid "rinforzato". In che senso? Vi spiego meglio come si possono classificare le auto ibride in questo articolo, in base alla grandezza della batteria e alla potenza del motore elettrico, che posizionano la Tonale a metà tra un’auto ibrida di tipo mild e una full hybrid.

La potenza di questo nuovo motore a iniezione diretta di benzina a 350 bar è di 130 CV, oppure 160 CV nella versione con turbo a geometria variabile disponibile in questo test drive. La coppia massima è di 240 Nm, con il contributo della parte elettrica che arriva fino a 20 CV (15 kW) e 55 Nm (o 135 Nm alle ruote), cosa che permette di muoversi solo in elettrico a bassa velocità - con il motore a benzina spento - e di veleggiare molto spesso in velocità. Grazie anche al nuovo cambio automatico doppia-frizione a 7 marce (mentre sulla Tonale ibrida plug-in il cambio automatico ha 6 marce).

In modalità puramente elettrica, l'Alfa Romeo Tonale può muoversi dunque senza usare il motore termico nelle partenze da fermo, realizzando nei primi metri l'effetto di trascinamento tipico delle auto con cambio automatico, in prima marcia oppure in retromarcia. Per esempio nelle code, o nelle manovre di parcheggio.

Foto - Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid prova su strada
Foto - Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid prova su strada

E durante il test nel traffico di Como, sono riuscito a muovermi per diverso tempo in questa modalità a zero emissioni.

In fase di decelerazione (e-coasting) e frenata (regenerative breaking), inoltre, il sistema recupera energia per inviarla alla batteria da 0,77 kWh, che fornisce anche il supporto all'elettrico nelle accelerazioni e rende più fluidi i cambi di marcia. L'incremento di coppia elettrica aiuta così il benzina sia in termini di prestazioni sia per ottenere le migliori condizioni di efficienza energetica.

Aumentando il ritmo ho percepito poi le doti telaistiche dell'Alfa Romeo Tonale, che non è basata sulla piattaforma dell'Alfa Romeo Giulietta conosciuta come FGA C Compact, ma sulla FGA Small Wide, introdotta nel 2005 con la Fiat Grande Punto e la Opel Corsa e poi aggiornata nel 2012 per la Fiat 500L, nel 2014 per le Fiat 500X e Jeep Renegade con allungamento del passo, riprogettazione della scocca per la trazione integrale e nuove sospensioni e "meccaniche". Passando in seguito attraverso le applicazioni per le Fiat Tipo e Jeep Compass.

Alfa Romeo Tonale Veloce - Tre quarti anteriore

Per arrivare a allo sviluppo dedicato alla Tonale, con le caratteristiche che ci si aspetta da un’Alfa Romeo: nuove geometrie per le sospensioni McPherson anteriori e posteriori, per ottenere angoli di assetto adatti a una guida più sportiva; rinforzi strutturali per le sospensioni stesse e la scocca; allargamento delle carreggiate e taratura specifica di molle e ammortizzatori, che possono essere di tipo FSD (Frequency Selective Damping) per rispondere bene sia sulle irregolarità brevi e ripetute sia su quelle "più lunghe", o anche con smorzamento a controllo elettronico.

Sulle Tonale a trazione anteriore il differenziale è elettronico con funzione di torque vectoring e c'è un impianto frenante ridimensionato, con pinze fisse Brembo a 4 pistoni sui motori più potenti e - come su Giulia e Stelvio - con il sistema IBS (Integrated Brake System) che aziona l'impianto meccanico dei freni con un modulo elettrico (una tecnologia che nessun altro modello adotta in questa categoria di SUV compatti).

Alfa Romeo Tonale Veloce - Anteriore

Una nuova gestione elettronica ha poi permesso di aggiornare le modalità di guida Dynamic, Natural, Advanced Efficiency del selettore Alfa DNA, introducendo anche un'ulteriore posizione in cui è possibile disattivare i controlli di stabilità e trazione, per un utilizzo ancora più sportivo dell'auto.

Altra caratteristica unica per questa tipologia di auto è lo sterzo, perché ha un rapporto di demoltiplicazione più diretto (13,6:1) rispetto alle rivali. D'altronde, uno sterzo così reattivo è un marchio di fabbrica per le Alfa Romeo (basti pensare a modelli come la 156, la 147, la Giulia).

E il risultato è un'auto agile nei cambi di direzione, con una frenata molto solida e un cambio automatico veloce e gustoso quando si usano le splendide palette. Ed è anche un'auto comoda, perché molto ben isolata dalla rumorosità meccanica, dai contraccolpi sulle sospensioni e dai fruscii aerodinamici. Con un deciso cambio di carattere nell'erogazione della potenza e nella risposta dei comandi quando si selezionano le varie modalità di guida. Cosa che su molte auto non si percepisce in maniera così netta.

Alfa Romeo Tonale Veloce - Tre quarti anteriore

Ci vorrebbe però un'ulteriore possibilità: poter selezionare le impostazioni di sterzo, motore e cambio in maniera separata per ottimizzare al meglio la guida in base ai percorsi o alle condizioni meteo. Esempio: le sospensioni elettroniche si possono regolare, ma solo nella modalità di guida più sportiva.

Come consumi, in questo primo test ho ottenuto una percorrenza media di 13 km/litro (7,7 litri/100 km), mentre lascio a una prova più approfondita un giudizio sul funzionamento degli ADAS.

Curiosità

La Tonale è la prima auto sul mercato che si può associare in modo univoco a un certificato digitale NFT (Non-Fungible Token), per tener conto ad esempio di com’è stata utilizzata l’auto, della manutenzione e così via. In modo da garantire anche un valore dell’usato più elevato.

Parlando di connettività, c'è una SIM dati dedicata 4G con cui vengono effettuati gli aggiornamenti over-the-air per l’infotelematica, oppure anche il controllo remoto dall'app sul telefono Alfa Connect, che consente anche di aprire il bagagliaio per ricevere pacchi Amazon da un corriere, tramite la funzione chiamata Amazon Secure Delivery.

Foto - Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid prova su strada

Alfa Romeo Tonale, i prezzi

Il prezzi dell'Alfa Romeo Tonale partono da 35.500 euro dell'allestimento Super col 1.5 da 130 CV e arrivano ai 44.800 della Veloce mossa dal 1.5, ma in configurazione da 160 CV. In mezzo ci sono gli allestimenti Sprint (38.000 euro), Speciale (39.000 euro) e Ti (42.300 euro).

Guardando alle dotazioni di serie l'Alfa Romeo Tonale Super monta cerchi in lega da 18", luci full LED, strumentazione digitale da 12,3", monitor touch da 10,25" con comandi vocali, Apple CarPlay e Android Auto anche wireless, climatizzatore automatico bizona, frenata automatica d'emergenza, riconoscimento segnaletica stradale e cruise control.

La Tonale Sprint aggiunge dettagli estetici dedicati, infotainment con navigatore, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, sedile guidatore con regolazione lombare elettrica, volante in pelle e piastra per la ricarica wireless dello smartphone.

Alfa Romeo Tonale Veloce - Interni

Con la Tonale in allestimento Ti si hanno di serie cerchi in lega da 18" diamantati nero lucidi, luci matrix LED, portellone ad azionamento elettrico, telecamera posteriore e prese USB posteriori.

Quella con la caratterizzazione più sportiva è la Tonale Veloce, dove si trovano cerchi da 19", body kit specifico, sedili in Alcantara, vetri posteriori oscurati, pinze freno rosse firmate Brembo, sospensioni adattive, pedaliera e palette del cambio al volante in alluminio.

Infine c'è la versione di lancio Alfa Romeo Tonale Speciale, con cerchi in lega da 20" e plancia specifica.

Alfa Romeo Tonale, la tabella prezzi

Motorizzazione Super Sprint Ti Veloce Speciale
Alfa Romeo Tonale 1.5 130 CV 35.500 38.000 x x 39.000
Alfa Romeo Tonale 1.5 160 CV x x 42.300 44.800 41.000

Fotogallery: Foto - Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid, la prova su strada

Alfa Romeo Tonale 1.5 hybrid 160 CV

Lunghezza 453 cm
Larghezza 184 cm
Altezza 160 cm
Capacità di carico 500 L
Motore 4 cil. 1.5 turbo benzina
Potenza 160 CV
Coppia Massima 240 Nm
Motor 20 CV - 55 Nm
Batteria 0,77 kWh
Trasmissione aut. doppia frizione 7 marce
Trazione trazione anteriore
Accelerazione 0-100 km/h 8,8 s
Velocità Massima 210 km/h
Consumi 5,7 L/100 km WLTP combinato
Emissioni 130 g/km CO2 WLTP combinato