La Renault Astral è il nuovo SUV di segmento C della Casa francese. Sostituisce la Kadjar nella gamma e, con l'uscita dal listino della Koleos, rappresenta la nuova ammiraglia a ruote alte della Losanga, perlomeno per adesso.

Porta con sé un'importante serie di novità, a cominciare dalla piattaforma che ospita esclusivamente motorizzazioni elettrificate, tra cui il raffinato powertrain E-Tech full hybrid protagonista della nostra prova, ma anche un inedito sistema di sterzo per le ruote posteriori. L'abbiamo provata sulle strade attorno a Madrid, ecco com'è andata.

Clicca per leggere:

Esterni | Interni | Guida | Curiosità | Prezzi

Renault Austral: Esterni

La Renault Austral è leggermente più lunga della Kadjar che sostituisce. Da un paraurti all'altro misura 4,51 metri, mentre l'altezza si attesta a 1,62 e la larghezza a 1,84. Il passo è di 2,67 metri mentre l'altezza da terra è di 18 cm. I cerchi in lega vanno da 17 fino a 20 pollici sulle versioni più ricche.

Renault Austral

Sul piano estetico, i gruppi ottici anteriori e posteriori con la tipica forma a "C" non lasciano dubbi riguardo l'appartenenza alla gamma Renault. La linea è filante e muscolare, resa moderna grazie al disegno dei paraurti anteriori e alla struttura tridimensionale dei fari, che davanti possono essere a matrice di LED.

Il tetto nero a contrasto la fa sembrare più compatta. Con la Austral, poi, debutta un nuovo allestimento battezzato Esprit Alpine che, esternamente, tra le altre cose si fa riconoscere per i badge specifici e per i cerchi diamantati.

Renault Austral: Interni

Salire a bordo della Renault Austral significa essere immersi in un tripudio di design e di tecnologia. La strumentazione è completamente digitale, con display da 12,3" per il cruscotto e da 9" o da 12" per lo schermo verticale centrale, a seconda delle versioni. Completa l'interfaccia un head-up display con diagonale di 9".

Renault Austral E-Tech

Il sistema di bordo è basato su Android Automotive e dunque integra innumerevoli funzioni derivate dall'ecosistema Google, a cominciare dalle mappe di Google Maps replicabili anche nel quadro strumenti. C'è la connettività Internet che assicura aggiornamenti continui da remoto e la possibilità di scaricare varie app, proprio come su uno smartphone, come per esempio Spotify o Amazon Music. Non può mancare il mirroring senza cavo per telefoni Android e Apple.

Renault Austral 2023
Renault Austral 2023

L'ambiente è luminoso e curato, con superfici squadrate, impreziosite dall'illuminazione ambientale a LED personalizzabile, e materiali di rivestimento morbidi per la parte alta e centrale di plancia e pannelli porta. Sulla Esprit Alpine, poi, fa la sua comparsa l'Alcantara a impreziosire l'atmosfera.

Il volante ha una forma quasi rettangolare, con tasti a sfioramento moderni e curati. La leva del cambio automatico è posizionata sul piantone dello sterzo, così libera spazio.

Renault Austral E-Tech
Renault Austral E-Tech

Il tunnel centrale, invece, presenta un particolare "maniglione" che funge da supporto per il polso mentre si usa lo schermo centrale ma che serve anche per far scorrere una piattaforma, dotata di ricarica wireless, posizionata sopra al portabicchieri e ad un vano portaoggetti.

Renault Austral 2023

Ce n'è un altro sotto il bracciolo centrale, ed entrambi non sono rivestiti perciò gli oggetti possono far rumore in marcia.

Renault Austral 2023
Renault Austral E-Tech

Dietro, lo spazio è buono anche per tre passeggeri, considerando l'altezza ridotta del tunnel centrale. L'asso nella manica, però, è la seduta scorrevole (non sempre di serie) che consente di far avanzare o retrocedere il divano di 16 cm.

Renault Austral E-Tech
Renault Austral E-Tech

Il bagagliaio parte da 430 litri per la E-Tech della nostra prova e da 500 litri per le mild-hybrid, sale a 555 e 575 con la seduta portata avanti e arriva fino a 1.455 e 1.525 litri con gli schienali abbattuti.

Renault Austral: Guida

La Austral E-Tech che abbiamo provato in Spagna conta su un powertrain raffinato, composto da un motore a benzina 1.2 tre cilindri abbinato a due motori elettrici, uno che dà trazione alle ruote e l'altro che funziona da starter ad alta intensità.

La potenza totale di sistema raggiunge così i 200 CV, per uno 0-100 km/h coperto in 8,4" e una velocità massima di 175 km/h. A mettere in comunicazione i vari propulsori c'è una trasmissione multimodale che integra due marce elettriche, prima e retromarcia, e quattro rapporti meccanici.

Renault Austral E-Tech

La fluidità di marcia è alta, anche se in alcuni casi si percepisce qualche incertezza nell'erogazione, che comunque è corposa e riesce a muovere con disinvoltura i 1.517 kg in ordine di marcia della Austral E-Tech. Tutte le partenze e le manovre si effettuano in modalità elettrica. Infatti, questo sistema ibrido - detto in serie-parallelo - ha varie modalità di funzionamento. Oltre alla marcia elettrica, si può procedere anche sfruttando il motore termico che ricarica nel frattempo la batteria (da 2 kWh) oppure utilizzando entrambi i motori contemporaneamente.

La batteria, dunque, non ha bisogno di essere ricaricata tramite una fonte esterna. Con i padelle al volante, si possono scegliere 4 livelli di intensità per la frenata rigenerativa, a seconda del tipo di strada o di preferenza.

Renault Austral E-Tech

L'assetto non è a controllo elettronico ed è tarato per assorbire in maniera efficace buche, dossi e asperità in generale. Dunque, sul misto stretto guidato veloce, si percepisce una certa tendenza al rollìo. Lo sterzo è sincero e lineare e può cambiare di carattere attraverso le modalità di guida Multi Sense, che consentono di interagire anche sull'erogazione. C'è anche una mappa individuale, chiamata Perso, per scegliere i parametri a proprio piacimento.

Renault Austral E-Tech

Una chicca della Renault Austral sono le quattro ruote sterzanti del sistema 4Control Advanced. Sono optional e disponibili solo sulla E-Tech, e consentono di ridurre di oltre 1 metro il diametro di sterzata, portandolo a 10,1 metri, grazie alla loro abilità di girare fino a 5° in controfase, mentre in fase arrivano a 1°. Dunque l'agilità negli spazi stretti è da riferimento.

Non è disponibile una variante 4x4 ma si può avere il sistema Extended Grip che vede una taratura specifica dell’ESP per massimizzare la trazione.

Renault Austral E-Tech

La Renault Austral può contare su 32 dispositivi ADAS, tra cui un cruise control adattivo intelligente che sfrutta anche le informazioni del sistema cartografico e dal riconoscimento dei segnali stradali per regolare di conseguenza la propria velocità.

Renault Austral: Curiosità

L'Austral è il primo veicolo della gamma Renault con cui vengono proposte soluzioni di assicurazione su misura in funzione dello stile di guida. I clienti potranno, così, beneficiare di sconti presso le compagnie di assicurazione partner, grazie alla raccolta dei dati sull’utilizzo del veicolo (accelerazioni, curve, frenate, ecc.) e alla loro interpretazione che darà luogo ad un punteggio di guida.

La raccolta dei dati chilometrici e di frequenza di utilizzo del veicolo consentirà agli utenti che guidano poco di risparmiare sul costo dell’assicurazione.

Renault Austral: Prezzi

Il listino parte da 32.000 euro per il Mild Hybrid Advanced a 48V da 130 CV, anche questo col 1.2 tre cilindri ma con cambio manuale, e si sale a 36.000 euro per il Mild Hybrid a 12V da 160 CV, abbinato ad un 1.3 4 cilindri e al cambio automatico a 7 rapporti. Il full hybrid E-Tech parte da 39.500 euro in allestimento Techno, mentre per la Esprit Alpine che avete visto servono almeno 41.000 euro.

Versione Trazione Prezzo
Mild hybrid advanced 130 CV Anteriore 32.000 euro
Mild hybrid 160 CV Anteriore 36.000 euro
E-Tech full hybrid Anteriore 39.500 euro

Fotogallery: Foto - Renault Austral