Audi A6 Avant 40 TDI quattro, due litri possono bastare

Da quasi 25 anni la A6 Avant è uno dei pilastri della gamma Audi e del segmento delle grandi station wagon. La nuova generazione conferma tutte le caratteristiche che l'hanno resa celebre nel corso degli anni, portando allo stesso tempo sempre più avanti la ricerca tecnologica.

Con la quinta generazione la A6 Avant fa un ulteriore passo in avanti in termini di contenuti, rendendo disponibili le migliori tecnologie presenti sull'ammiraglia A8 e regalando allo stesso tempo un plus in termini di versatilità. Questa versione 40 TDI quattro, rappresenta probabilmente il modello più equilibrato per il mercato italiano, visto che le prestazioni del nuovo diesel 2 litri, che è diventato ibrido, rendono quasi superflula la presenza del 3.0 TDI meno potente, quello da 231 CV.

Come è fuori

Anche se rispetto alla generazione precedente la superficie vetrata è aumentata del 30%, ci vuole un occhio attento per riconoscere la nuova A6 Avant dalla vecchia. Una continuità stilistica che è uno dei marchi di fabbrica di Ingolstadt. Può piacere oppure no, ma da quel lato della Germania le cose funzionano così. La differenza la fanno i dettagli, come il disegno del single frame o quello delle luci Full-LED, e gli accoppiamenti dei diversi pezzi di lamiera della carrozzeria che, come da tradizione, sono perfetti.

Audi A6 Avant 45 TDI quattro

Come è dentro

Grazie all'allungamento del passo, poi, la station wagon di Ingolstadt è ancora più spaziosa all'interno e il vano bagagli può contare su almeno 565 litri di volumetria,...