Abbiamo provato due auto uguali tra loro e, per valutare se conviene usare gomme 4 stagioni al posto delle invernali, abbiamo usato la stessa dimensione di cerchi e pneumatici: ecco com’è andata

Con l’avvicinarsi della brutta stagione sono sempre di più le persone che, quando arriva il momento di cambiare le gomme della propria auto, si chiedono se sia meglio montare degli pneumatici 4 stagioni al posto delle gomme invernali, anche dette “termiche”. Quali sono dunque le differenze quando fa freddo? E una volta finito l’inverno, come si comportano rispetto a delle gomme estive?

Abbiamo cercato di rispondere a queste e ad altre domande provando due auto uguali tra loro, nelle stesse condizioni e a parità di ruote, montando cioè cerchi in lega della stessa marca (Fondmetal) su entrambe le auto, con gomme winter e all season dello stesso costruttore: il marchio coreano Hankook. Considerate, poi, che stiamo parlando di misure molto popolari - da 17 pollici - che rendono quindi il test interessante anche per macchine diverse da un SUV come la Volkswagen Tiguan di questa video-prova.

Non solo neve

Del fatto che gli pneumatici invernali non siano solo gomme da neve si parla ormai da diversi anni. Queste gomme, infatti, danno dei vantaggi quando fa freddo anche su asfalto asciutto e sul bagnato. Ecco perché abbiamo fatto una serie di test con su superfici con coefficienti di attrito diversi, ma senza dimenticare che la maggior parte degli automobilisti guida su strada. In città e in tangenziale durante la settimana, concedendosi ogni tanto un weekend fuori porta.

Gomme invernali o 4 stagioni: il confronto
Gomme invernali o 4 stagioni: il confronto

Dal caldo “all’obbligo” è un attimo

C’è infatti chi - magari perché ha una casa in collina o al mare, non per forza in montagna - durante l’inverno deve ogni tanto viaggiare su strade soggette all’obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali. Pensate ad esempio alle autostrade che svalicano le Alpi in Liguria prima di arrivare sulla costa, o ai passi appenninici nel centro e nel sud Italia che circondano città dove le temperature non scendono mai troppo, come Roma.

Sono tutte situazioni che vengono approfondite nel video, tenendo conto della temperatura e del clima - ma anche di come si usa l’auto - e ricordando anche quando e perché fare il cambio con le gomme estive, come abbiamo approfondito mesi fa nel test con questo tipo di pneumatici

Gomme invernali o 4 stagioni: il confronto

Uno per tutti

Non si può pretendere, comunque, che una gomma vada bene sempre. Sarebbe come uscire d’estate con il cappotto, o d’inverno in costume. Gli pneumatici all season, dunque, sono frutto di una progettazione che tiene conto delle condizioni di utilizzo statisticamente più frequenti, da cui si parte per definire una mescola simile a quella delle gomme invernali specializzate abbinandola a un disegno del battistrada vicino a quello degli pneumatici invernali specializzati. Ma esistono “sfumature”, chiamiamole così, che possono essere date al prodotto finale per privilegiare la risposta dell’auto nella guida in una situazione climatica fredda, oppure più calda.

Ad ognuno la sua

Per chi invece, a prescindere dalla temperatura e dall’aderenza al suolo, cerca il piacere di guida pretendendo un livello di prestazione superiore alle considerazioni statistiche di cui sopra, la scelta del cambio gomme (estive e invernali) ogni 6 mesi resta la soluzione migliore.

D’altro canto, la maggior parte degli automobilisti usa la macchina come mezzo di trasporto e spesso trascura le gomme, mettendo a rischio la sicurezza in particolare quando le temperature scendono e l’aderenza diminuisce. Un buon motivo per chiarirsi le idee guardando il video con la comparativa tra le invernali e le 4 stagioni Hankook e decidere come affrontare la brutta stagione.

 

Fotogallery: Gomme invernali o 4 stagioni: il confronto