Dal classico e fondamentale cavo per ricaricare il telefono all'head up display after market

Oggi come oggi, per viaggiare in auto siamo sempre più circondati da accessori tech che, per un verso o per l’altro, ci semplificano la vita, o perlomeno possono far sì che il nostro tempo speso alla guida sia un po’ meno noioso, più godibile. E considerata la gran quantità di oggetti più o meno utili presenti nei negozi ma soprattutto sul web, una distinta degli indispensabili può tornare utile, visto il periodo.

Che servano a connettere lo smartphone all’automobile, come supporto nella guida nel traffico, o a rendere un viaggio più sicuro e confortevole, i dieci accessori qui sotto sono a tutti gli effetti dei “must have” di cui oggi come oggi è difficile fare a meno. Nessuna pretesa di completezza, sia chiaro, ma soltanto alcuni consigli dettati dall’esperienza. Ma non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e partiamo subito con il primo della lista.

Il caricabatterie

Che sia per un lungo viaggio, o per i soliti spostamenti quotidiani non importa, avere in auto un caricabatterie è pressoché indispensabile al giorno d’oggi. Ritrovarsi con lo smartphone, col PC o con qualsiasi altro prodotto tecnologico con la batteria a terra è un’evenienza che può capitare tutti i giorni. E a patto di non avere un’auto abbastanza moderna con tanto di ricarica wireless, prese USB e cavetti al corredo, il vecchio e buon caricabatterie da auto da collegare alla presa accendisigari non può mancare fra gli essenziali. In giro ce ne sono di tutti i tipi, con prolunghe o senza, con quattro o più ingressi. Ma il miglior compromesso resta forse la classica soluzione a doppia presa.

Fra i prodotti più interessanti per rapporto qualità-prezzo, potete dare un’occhiata allo Spigen Essential F27QC, un caricabatterie dotato di due ingressi e certificato Quick Charge 3.0, uno standard di casa Qualcomm per la ricarica rapida che troviamo sugli smartphone recenti. Fra le sue chicche la protezione da sovracorrente e corti circuiti, la retrocompatibilità con i vecchi standard di ricarica (Quick Charge 2.0 e 1.0), delle luci a LED che illuminano i due ingressi USB, un design classico e la promessa di poter ricaricare fino al 71% in mezz’ora (è chiaro che questi valori variano in base all’accessorio collegato). Il prezzo? Circa 13 euro su Amazon, al netto di eventuali offerte e promozioni.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

Supporto auto per smartphone

C’è poco da fare, trovare un buon supporto sul quale alloggiare il proprio smartphone è forse ancor più necessario del caricabatterie da auto di cui vi parlavamo alla guida un’auto con qualche anno sulle spalle. Il mercato ne offre di tutte le tipologie, con i classici agganci a ventosa per i parabrezza o le lamelle che vanno a piazzarsi negli spazi delle bocchette dell’aria, fino ai più moderni e particolari supporti che si reggono facendo leva sul vano CD, o ancora, quelli “a molletta” da fissare direttamente sul cruscotto.

Insomma, dipende tutto dalle proprie esigenze, dall’auto e dagli appigli che offre. Quello su cui vi consigliamo di fare attenzione è la rigidità e i meccanismi di regolazione di cui sono provvisti per gestire la tensione, pena un supporto che dopo qualche settimana d’utilizzo perde la sua rigidità iniziale afflosciandosi e diventando di fatto inutile.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

A ogni modo, la nostra scelta cade su un prodotto della marca heiyo, uno dei pochi supporti ad offrire un sistema di fissaggio doppio (sia a ventosa, sia tramite bocchette dell’aria). Fra le sue chicche, la garanzia di una presa solida dalla combinazione delle braccia laterali e di un piedistallo inferiore, rotelle per la regolazione e, udite udite, la ricarica wireless a 5, 7,5 o 10 watt.
Lo potete acquistare a circa 30 euro su Amazon.

La Dash Cam

Pensionati quei due indispensabili suddetti, passiamo a qualcosa considerata più opzionale: la Dash Cam. Diffusesi in questi ultimi anni, le cosiddette “telecamere da cruscotto” sono accessori che senza dubbio possono far comodo in varie occasioni. Sicurezza, maggior tutela in caso di incidenti, ma anche facoltà di catturare immagini inaspettate (cosa da non sottovalutare se si sta viaggiando); queste sono le funzioni principali di un prodotto come questo. Senza stare a prendere in considerazione i modelli migliori per fasce di prezzo, noi ve ne parliamo di una a buon mercato. 

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

È la Dash Cam versione 2019 di casa APEMAN, videocamera di fascia entry level disponibile su Amazon a 39,99 euro dotata di un sensore grandangolare con apertura f/1.8 e angolo di visione da 170°, supporto alla registrazione a 1080p e schermo LCD da 3 pollici. Fra le sue funzioni principali non manca la possibilità di monitorare l’auto da parcheggiata, la registrazione in loop, e il salvataggio automatico dei file in caso di incidenti.

Il ricevitore Bluetooth

Automobilisti di auto più datate, questa è per voi. Non avere a disposizione una connessione Bluetooth è penalizzante per tanti aspetti oggi come oggi, specie con il graduale disinteresse che i CD e le prese jack audio stanno incontrando in questi ultimi anni.

Insomma, se volete ammodernare il vostro impianto stereo senza spendere cifre esorbitanti e godere della comodità della musica senza fili e non solo, basta un ricevitore Bluetooth da inserire nell’entrata jack audio da 3,5 mm dello stereo e il gioco è fatto. Certo, lo scotto da pagare è la qualità audio che sappiamo tutti essere inferiore rispetto a una connessione cablata, o soprattutto a quella dei buoni e vecchi CD.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

Comunque, parlando di praticità, un prodotto come quello di Aukey basta e avanza. 12 ore di riproduzione e uno standby dichiarato di addirittura 360 ore, doppio collegamento Bluetooth, pulsante multifunzione più controlli per il volume, e un prezzo abbordabile (21,99 euro di listino su Amazon) col quale potete portarvi a casa un oggettino semplice, funzionale e soprattutto poco invasivo.

Chi vuole un caffè?

Viaggiare in auto, guidare per ore, si sa, è mentalmente (ma anche fisicamente) debilitante. E se fermarsi in un bar è impossibile per questioni di tempo o per qualche motivo ci si trova a star fermi imbottigliati nel traffico, ecco che un oggettino come una macchina da caffè per auto può tornare utile.

Un esempio? Handpresso Auto, un dispositivo compatto che si collega alla presa accendisigari dell'auto grazie al quale prepararsi un caffè. Se preferite le cialde o il caffè macinato sta a voi decidere. Basta accendere la macchina, aspettare i tre segnali sonori, premere su avvio e il caffè è pronto. Handpresso Auto è disponibile su Amazon a poco più di 100 euro, in base alle offerte.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

Un frigorifero da viaggio

Rimanendo in tema alimentazione e idratazione, un altro degli indispensabili da utilizzare in viaggio, ma non solo, è il frigorifero portatile, un oggetto che può far comodo per parecchie occasioni. Vuoi per conservare del cibo o delle bevande, vuoi per non sciupare farmaci, la spesa o quant’altro, ponderare l’acquisto di un accessorio del genere da collegare alla presa a 12 V dell’auto è una buona idea.

Ce ne sono di vari tipi e dimensioni; un esempio è il Mobicool T08, un frigorifero che offre un volume interno di 8 litri, una capacità media che è di fatto un discreto compromesso fra ingombri e funzionalità. Buone le recensioni dei clienti che lo hanno acquistato su Amazon (72 euro di listino), recensioni che oltre a sottolineare la sua silenziosità, evidenziano la possibilità di collegarlo alla presa accendisigari e parlano di una chicca niente male: fissarlo con la cintura di sicurezza per assicurarlo sul sedile anteriore del passeggero.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

Sensori per gli pneumatici

Con questa passiamo a qualcosa di veramente utile, un accessorio che chi non ha un’auto abbastanza moderna potrebbe apprezzare parecchio. I sensori per gli pneumatici servono a monitorare i valori della pressione di ogni singolo pneumatico. Di norma funzionano come dispositivi wireless che si montano al posto dei classici copri valvola, sensori appaiati a una piattaforma di controllo da piazzare sul cruscotto.

Delle varie soluzioni disponibili, fra le più quotate per rapporto qualità prezzo c’è la soluzione di Rocboc che dispone di una base di controllo ricaricabile via USB o tramite il pannello solare di cui è dotata. C’è un display LCD a colori capace di dare un primo sguardo d’insieme, ma non manca pure la possibilità di attivare degli avvisi acustici. Il prezzo di listino? Su Amazon costa 29,99 euro.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

Un kit d’emergenza

Un kit d’emergenza è un altro degli indispensabili, per viaggiare ma non soltanto. L’imprevisto è dietro l’angolo e avere a disposizione un set che ci possa supportare nel caso in cui la nostra auto avesse qualche problema d’avviamento o magari uno pneumatico che perde aria, beh, fa decisamente comodo.

Fra i prodotti più interessanti di questo tipo, c'è ad esempio il SUAOKI U18 PLUS, un kit d’emergenza che è dotato di una batteria da ben 16.000 mAh (con 1200A di picco) capace di riavviare veicoli di qualsiasi genere con il plus di un mini compressore.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

Fra i suoi punti di forza la semplicità d’uso e la versatilità di un prodotto che dispone pure di una torcia a LED e di 3 prese USB (due standard e una di tipo C) con cui ricaricare smartphone e altri accessori, per qualsiasi evenienza. Lo trovate su Amazon a 109,99 euro.

Un localizzatore GPS

Quando si viaggia, si sa, fra una cosa e l’altra è facile fare confusione e dimenticarsi qualcosa d’importante. Perdere i bagagli o, nel nostro caso, le chiavi dell’auto è un bel problema, specie se con l’auto dobbiamo tornarci a casa. E allora perché non essere lungimiranti e acquistare un localizzatore GPS?

Tralasciando la questione localizzatori Bluetooth per ovvie ragioni legate alla ristretta distanza necessaria per poter funzionare, prendiamo come esempio TKR1 Evo, un localizzatore dotato di un modulo GPS, di uno slot per microSIM e di un mucchio di funzioni davvero utili.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

È un oggettino di dimensioni esigue che ci consente di localizzare da remoto qualsiasi cosa. La versione standard costa di listino 39,99 euro mentre TKR1 Evo Pro, dotato in più di una custodia e di una cinghia per il trasporto e il fissaggio tocca quota 44,99 euro.

L’Head up Display

Un’altra chicca tecnologica che potreste trovare utile sia in viaggio, sia negli spostamenti di tutti i giorni è uno strumento noto come “Head up Display”, ossia un accessorio capace di proiettare sul parabrezza alcune informazioni utili come la velocità di crociera, il contagiri e via dicendo.

Tutto dipende dalla tipologia di prodotto che si acquista; ce ne sono alcuni che tramite OBDII ci indicano un mucchio di informazioni aggiuntive, sebbene sorga il problema della compatibilità.

i 10 accessori tech per i viaggi in auto

In questo caso vi accenniamo a un Head up Display di casa Autool, un prodotto che segnala i dati su velocità, temperatura dell’acqua, regime del motore e tensione della batteria, tutti valori rilevabili grazie alla compatibilità con l’OBDII, uno degli standard più utilizzati. Il prezzo? Circa 30 euro su Amazon, al netto di eventuali sconti.

Fotogallery: I 10 accessori indispensabili per un viaggio in auto