Perfetto per i neopatentati se non si ha in famiglia la Panda della zia o la 500 della mamma, il noleggio di un’auto usata certamene conviene, ma non così tanto, visto che, malgrado il veicolo si sia già in parte ammortizzato e che le polizze assicurative - soprattutto per il furto e incendio - dovrebbero essere più leggere, sui canoni pesano le maggiori spese previste per la loro manutenzione.

Un’altra incognita consiste nello scontare un rischio guasti-incidenti più alto. Tanto che molti operatori si sono ritirati da questo tipo di noleggio o lo fanno solo per le categorie di auto piccole o medie, visto che ripristinare i veicoli di categoria superiore costerebbe molto. Forse troppo.

Tra le formule di noleggio dell’usato, che necessariamente non utilizzano quasi mai la modalità classica del lungo termine - ovvero 48 mesi di durata e 40.000 chilometri di percorrenza - preferendo periodi contrattuali più brevi, interessanti sono quelle formule che permettono il recesso prima del termine.

Ma, come sempre, occhio alle penali notoriamente salate.

Per il noleggio dell’usato valgono poi tutte le condizioni del nuovo, con i diversi servizi inclusi tra cui, appunto, una manutenzione che, necessariamente, dovrà essere più frequente, rispetto ai veicoli appena immatricolati.

E, come per il nuovo, suggeriamo di setacciare i siti che offrono questo tipo di noleggio, perché se ancora le auto nuove subiscono ritardi nelle consegne, quelle usate sono sparute. E forse anche per quello non hanno canoni nettamente concorrenziali rispetto al nuovo. Con il noleggio che si comporta, anche in questo caso, come il nuovo.