E' confermata ma le date non sono certe. Sotto il cofano dovrebbe esserci il 1750 Alfa da 200 CV

Se ne parlava da diversi mesi, il suo arrivo era più che mai atteso e ieri finalmente la Fiat 124 Spider è stata svelata al Salone di Los Angeles. Di lei sapevamo praticamente già tutto e i dati ufficiali hanno confermato la trazione posteriore e il motore 1.4 MultiAir da 140 CV, che qualcuno ha già detto essere troppo piccolo per piacere agli americani. Come sempre sarà il mercato a rispondere, ma intanto noi ci spingiamo ad anticipare l'aspetto definitivo della versione Abarth, che è stata confermata durante la scorsa estate dal Chief Operating Officer EMEA di FCA, Alfredo Altavilla. Così, noi di OmniAuto.it abbiamo preparato questo rendering esclusivo, che si avvicina molto all'aspetto della versione definitiva.


Il rebus del motore


Parlando del motore, invece, l'ipotesi più probabile è che la Abarth 124 Spider venga motorizzata con il 1750 Alfa Romeo, magari depotenziato a circa 200 CV, ma non sorprenderebbe l'utilizzo di una versione più potente del 1.4 T-Jet, che del resto già esiste; anzi, ci sarebbe da scegliere tra le varianti 170, 180 e 190 CV. Questo permetterebbe un sicuro risparmio in termini di costi, perché la meccanica non andrebbe adattata, mentre nel caso del 1.750, sarebbe la sua prima applicazione come "longitudinale" - sia sulla Giulietta che sulla 4C è trasversale - e questo comporterebbe senza dubbio alcuni interventi. Un'ulteriore ipotesi, comunque non molto probabile, sarebbe quella di utilizzare il nuovo 2.0 Global Medium Engine, quello che sulla Giulia T4 avrà 276 CV.


Puro stile Abarth


Rebus motore a parte, lo stile della 124 Spider è già ben definito e quindi quello della variante Abarth del nostro rendering è molto fedele all'originale. La fiancata aumenta in aggressività, con la presa d'aria dietro il passaruota anteriore e le minigonne in fibra di carbonio a vista. Il frontale diventa molto più sportivo con il nuovo paraurti colmo di prese d'aria, mentre il logo Abarth campeggia sulla calandra. I cerchi in lega, poi, ricordano molto quelli della 695, mentre alla colorazione nera del cofano (un omaggio alla tradizione), si aggiunge quella del baule. Il rosso, infine, si trova sia sugli specchietti retrovisori, che sulle strisce laterali adesive delle portiere.

Fiat 124 Spider, l'Abarth che verrà

Foto di: Alessandro Vai