La coupé 2+2 è già ordinabile, fa 150 km in elettrico e sarà prodotta in 500 esemplari da metà 2019

Nessuna meraviglia che la Polestar 1 sia praticamente uguale alla Volvo Concept Coupé del 2013, sia fuori che dentro. Più effetto fa invece vedere la nascita del marchio sportivo elettrificato di Volvo, una sorta di AMG svedese che con questa grande GT ibrida offre il biglietto da visita del nuovo brand Polestar e forse mette la parola fine alla futura S90 Coupé. La gran turismo 2+2 appena svelata a Shanghai sarà prodotta in 500 esemplari nello stabilimento cinese di Chengdu dalla metà del 2019 ed è un'ibrida plug-in ad alte prestazioni con motore a benzina che supporta l'elettrico e produce la bellezza di 600 CV e 1.000 Nm, con un'autonomia elettrica di 150 km. La velocità massima è di 250 km/h con la trazione integrale offerta dai tre motori e di 160 km/h quando viaggia in modalità elettrica a trazione posteriore.


Telaio in fibra di carbonio e sospensioni elettroniche


Oltre a questo propulsore Electric Performance Hybrid che piazza il 2.0 turbo benzina davanti (320 CV) e i due elettrici al retrotreno (280 CV), uno per ruota, la Polestar 1 sfrutta la Scalable Platform Architecture (SPA) di Volvo, ma con un 50% dell'auto tutto nuovo e un telaio in fibra di carbonio che riduce il peso, abbassa il baricentro e riduce il peso e aumenta la rigidità torsionale del 45%. Totalmente inedito è anche l'utilizzo delle nuove sospensioni elettroniche a controllo continuo della Öhlins denominate CESi (Continuously Controlled Electronic Suspension). Il nuovo brand di Volvo ha già annunciato che sempre nel 2019 sarà prodotta la Polestar 2, una berlina media elettrica rivale di Tesla Model 3 e con volumi produttivi maggiori, mentre a seguire proporrà la Polestar 3, SUV elettrico di maggiori dimensioni.


Niente acquisto, solo abbonamento di 2 o 3 anni


Obiettivo della Polestar 1, oltre a quello di inaugurare la gamma elettrica del nuovo marchio Polestar, è anche quello di proporsi sul mercato con nuove formule di utilizzo che vanno oltre la proprietà e puntano con decisione verso il noleggio a lungo termine. Questo significa che le Polestar 1 sono ordinabili solo online e offerte sulla base di abbonamenti di 2 o 3 anni, con rata mensile fissa all-inclusive, possibilità di utilizzare altri modelli della futura gamma Polestar e un servizio di assistenza con ritiro e riconsegna a domicilio della vettura. Grazie alla chiave virtuale Phone-As-Key il cliente può condividere l'auto con altri utilizzatori e accedere ai servizi di concierge e on-demand. Oltre agli ordini aperti già da oggi e alla configurazione online su portale e app, la Polestar farà conoscere i propri prodotti in appositi centri chiamati Spazi Polestar, non collegati ai concessionari Volvo.



Polestar 1, la super elettrica di Volvo vista dal vivo a Shanghai




La Polestar 1, la grande coupé 2+2 di Volvo appena svelata a Shanghai, sarà prodotta in 500 esemplari nello stabilimento cinese di Chengdu dalla metà del 2019 ed è un'ibrida plug-in ad alte prestazioni con motore a benzina che supporta l'elettrico e produce la bellezza di 600 CV e 1.000 Nm, con un'autonomia elettrica di 150 km.

Fotogallery: Polestar 1, l'ibrida da 600 CV inaugura il marchio