Stando a indiscrezioni la casa inglese rinnoverà tutti i suoi modelli entro i prossimi 6 anni e lancerà due Range Rover elettriche

I dipendenti del gruppo Jaguar-Land Rover dovranno godersi più che possono il mese di agosto e le vacanze estive, perché dall'autunno inizierà per loro un vero e proprio tour de force. L'azienda per cui lavorano ha messo a punto infatti un ambizioso programma di crescita, che si concluderà nel 2024, quando verranno rinnovati tutti i modelli oggi in vendita e ne arriveranno due del tutto nuovi: il SUV di lusso Jaguar J-Pace e un crossover elettrico della famiglia Range Rover. A questi si aggiungerà la nuova generazione della Land Rover Defender, la mitica fuoristrada “dura e pura” costruita dal 1948 al 2016. A fare il punto su questa strategia è il magazine Autocar, secondo cui i “giochi” avranno inizio a novembre, quando verrà presentata in anteprima la nuova generazione del SUV compatto Range Rover Evoque.

La Evoque sarà anche ibrida

La Evoque 2018 non verrà stravolta all'esterno e nemmeno sotto il vestito, se è vero – come scrive Autocar – che le novità allo stile e alla tecnica non saranno marcate. La base meccanica infatti sarà un'evoluzione di quella odierna, rivista però dai tecnici per consentire l'installazione di un motore elettrico, riservato alla futura variante ibrida con batterie ricaricabili ed emissioni medie di 45 g/km di CO2, che secondo le anticipazioni farà affidamento su un motore diesel a 3 cilindri. La nuova Evoque sarà più comoda, avrà un bagagliaio maggiorato e porterà all'esordio tecnologie inedite, a partire dalle telecamere anteriori che permetteranno al guidatore di vedere la strada come se non ci fosse il cofano (ciò è utile in fuoristrada). Il secondo modello basato sulla meccanica a trazione anteriore o integrale della Evoque sarà la Land Rover Discovery Sport, anche disponibile entro il 2024 con un motore ibrido.

Leggi anche:

La MLA per tutte

Il gruppo inglese ha deciso di concentrare buona parte degli investimenti al 2024 su una nuova base meccanica per tutti i modelli più lunghi e costosi, nota come MLA (Modular Longitudinal Architecture). Il suo elemento principale sarà la modularità, stando ad Autocar, visto che potrà accogliere motori a 3, 4, 6 cilindri ma anche ibridi ed elettrici. La MLA sarà più leggera dell'odierna base in alluminio, e quando abbinata all'ibrido plug-in permetterà di creare la trazione integrale attraverso un motore elettrico. Il primo modello ad utilizzarla sarà la nuova Defender, attesa nel 2020, prima delle Jaguar J-Pace, della nuova Range Rover (attesa nel 2021) e del crossover elettrico della Range Rover, un modello a zero emissioni più slanciato e meno imponente della Range Rover elettrica (che arriverà nel 2022).

 

Fotogallery: Nuova Range Rover Evoque foto spia