Enorme e lussuosa, la nuova 7 posti non nasconde la sua natura “Made in USA”

Immaginate la BMW X7 alle prese con le praterie, i deserti, le immense foreste e le enormi autostrade americane e avrete la giusta collocazione per questo nuovo maxi SUV a 7 posti lungo 5,16 metri e pesante più di 2,5 tonnellate. Se invece ve la figurate nel traffico delle città italiane e nelle viuzze di alcuni nostri centri storici medievali rischiate di creare un quadro degno di Gulliver nell’isola di Lilliput. Questo perché tutto è fuori misura sull’inedita BMW X7, almeno secondo i canoni europei e italiani, compresi i motori a benzina V8 e 6 cilindri (4.4 e 3 litri) delle X7 xDrive50i (destinata agli USA) e xDrive40i da 462 CV e 340 CV. Per il Vecchio Continente la Casa bavarese punta invece sui Diesel a 6 cilindri della X7 xDrive30d da 265 CV e della poderosa xDriveM50d con 400 CV. Insomma, un vero yacht stradale prodotto nello stabilimento americano di Spartanburg per sfidare i pochi altri "full-size luxury SUV".

BMW X7
BMW X7

7 posti o 6 più comodi, ma sempre con un bagagliaio enorme

Rivale diretta di Range Rover, Mercedes GLS e alcuni colossi americani come Cadillac Escalade e Lincoln Navigator, la BMW X7 si presenta sul mercato con tre file di sedili di serie e la possibilità di avere 7 posti o 6 posti, tre tetti panoramici, più la capacità di ribaltare e rialzare i sedili elettricamente solo con dei pulsanti. Nella configurazione a 7 posti il bagagliaio, accessibile sia dal portellone che dal lunotto in vetro apribile, è in grado di contenere 1.376 litri, ma quando anche la seconda fila è ribaltata in avanti la capacità totale sale a quota 2.560 litri. La configurazione a 6 posti prevede una seconda fila con due sedili separati e realizzati a mo’ di poltrona denominati Captain’s Chairs.

Come far sembrare piccola la Range Rover

Da fuori la BMW X7 misura 5,16 metri di lunghezza e 1,99 metri di larghezza, è alta 1,80 metri e ha un passo di 3,10 metri, con le portiere posteriori più grandi delle anteriori per facilitare l’accesso alla terza fila di sedili abbassando quelli della seconda. Lo stile è ovviamente massiccio e spicca per la più grande griglia anteriore mai vista su una BMW, oltre a un deciso sviluppo orizzontale per i fari di coda collegati da una linea cromata. Le ruote sono da 21” di serie e opzionali da 22”, mentre l’assetto è gestito dal Dynamic Damper Control con sospensioni pneumatiche adattive. Il pacchetto a richiesta Active Comfort Drive aggiunge il settaggio predittivo dell’assetto in base alla strada che si percorre, l’Integral Active Steering che rende sterzanti anche le ruote posteriori, i freni M Sport Brakes e, solo sulla xDrive50i, il differenziale posteriore M Sport.

BMW X7
BMW X7

Interni preziosi quasi come gli ausili alla guida

L’abitacolo della BMW X7, oltre ad essere spazioso e capace di ospitare sette persone, sfoggia finiture di gran lusso e rivestimenti degni di un’ammiraglia. Non mancano neppure il climatizzatore a quattro zone, tre tettucci panoramici in vetro oscurabili singolarmente e l’ultima evoluzione del BMW Live Cockpit Professional che include strumentazione digitale su schermo da 12,3”, il comando iDrive controller su pomello rotativo e sullo schermo touch e il Navigation Professional con memoria da 20 GB e sei ingressi USB. L’impianto Harman Kardon Surround Sound Audio è disponibile di serie sulla xDrive50i e su entrambe le versioni si sposa con WiFi Hotspot e carica smartphone wireless. Fra le altre dotazioni, anche a richiesta, non mancano poi i fari full LED adattivi con Laserlights, head-up display, i comandi vocali “Hey BMW”, la Digital Key per aprire e chiudere la X7 con uno smartphone dotato di NFC e il Remote Software Upgrade.

Fotogallery: BMW X7