Più grande nelle dimensioni e con un sistema operativo di ultima generazione. L'ammiraglia bavarese lancia la sua sfida fra i SUV premium

Mentre la tendenza europea è quella di compattare sempre di più i SUV, BMW va decisamente contro. Infatti, allarga, allunga e alza il nuovo X5 rendendolo sempre più ammiraglia del segmento. Un nuovo X5 che si rivolge al mercato mondiale e dunque non è un caso che questa prova sia stata organizzata negli USA dove si sa, le auto oversize non spaventano. Dei problemi di dimensioni, qui in Europa, ne ne sanno, invece, abbastanza gli ingegneri BMW che per questo hanno dotato il nuovo X5 di tutta serie di ausili alla guida che vanno al di là dei classici ADAS elevando a due il livello di guida autonoma e aiutando il conducente anche nel traffico o in manovra, oltre che in off road.

Com’è

Quattro centimetri in più di passo rispetto alla precedente generazione, 2,7 di lunghezza, 6,6 di larghezza e 2,5 di altezza; detto così potrebbe sembrare imponente e infatti lo è, ma il nuovo X5 è tutt’altro che "pesante". Sul frontale domina il classico doppio rene che sovrasta la calandra a pezzo unico impreziosita dal nuovo sguardo a LED che si trasforma (come opzione) in laser e con le luci posteriori che sembrano ricavate dal pieno. BMW ha fatto “e cose in grande” anche negli in cui tutto è studiato per per dare il massimo anche, e soprattutto ,in termini di spazio. Spazio per chi siede nei posti posteriori e spazio per i bagagli che arriva fino a un volume di 1.860 litri. Stessa ricerca anche al posto guida dove si uniscono tecnologia ed eleganza è riuscita in pieno rispettando anche la semplicità di utilizzo. Tanto per fare degli esempi con un solo tasto in plancia di attivano e disattivano tutti gli ADAS e mentre da due display da 12'' si ha il controllo di tutta l’auto. La X5 è inoltre la prima auto ad arrivare sul mercato con il nuovo sistema operativo di 7^ generazione che include l'assistente personale di bordo che si interfaccia con la rete e auto-apprende attraverso un sistema di intelligenza artificiale

BMW X5 M50d
BMW X5 M50d

Come va

Su asfalto, grazie alle sospensioni pneumatiche e al retrotreno sterzante le sensazioni sono sempre di massimo controllo. Nonostante il peso il rollio è praticamente assente, anche se il movimento della massa si avverte soprattutto se si affrontano le curve in maniera più allegra. Il cambio automatico a 8 rapporti di serie sui due motori diesel che ho provato semplifica notevolmente la gestione dei cavalli anche i 400 della M50d che può contare pure su una coppia di 760 Nm. Ci ho messo, invece, un po' di più ad abituarmi alla frenata che sfrutta un nuovo sistema di controllo del feedback dato dall’ABS , l'ergonomia dei comandi e assistenti di guida, come detto, fanno il resto. Buonissime sensazioni mi sono arrivate in off-road e anche in questo caso mi è venuta in aiuto la tecnologia con la possibilità di scegliere: il tipo di terreno che sarei andato ad affrontare, la taratura di sospensioni, l'utilizzo dedicato delle telecamere per monitorare l’ambiente e il sistema di controllo della discesa. Con l'impressione che le uniche cose che impediscono all'X5 di essere definito un fuoristrada sono le ruote ottimizzare per l'asfalto e la carrozzeria che chiaramente privilegia il design e l’aerodinamica.

 

Curiosità

Abbiamo chiamato il sistema di bordo "operativo" e non è un caso. Questo, infatti, va oltre il semplice infotainment visto che controlla praticamente tutte le funzioni del veicolo oltre a rappresentare un vero e propio assistente virtuale con cui interagire semplicemente con la voce, così come già siamo abituati a fare, per esempio con Siri (apple), Alexa (Amazon), Cortana (Microsoft) o google assitant. Con la differenza che BMW ci dà anche la possibilità di cambiare il nome della nostra "segretaria" personale. 

 

BMW X5 M50d

Quanto costa

Il listino parte dai quasi 73mila euro per la versione 30d in allestimento Business. Diciamo che un buon compromesso fra prezzo e livello di equipaggiamento è data dalla stessa motorizzazione, ma in versione XLine che parte da poco meno di 78mila euro. Il top di gamma è rappresentato dalla M50d che costa circa 98mila euro. Tutte le motorizzazioni e il livelli di equipaggiamento hanno di serie la trazione integrale XDrive e il cambio automatico a 8 rapporti.

BMW X5 M50d

Motore 3.0 l 6 cilindri in linea Quadriturbo
Potenza 400 CV a 4.400 giri
Coppia Massima 760 Nm fra 2.000 e 3.000 giri
Velocità Massima 250 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 5,2 sec
Trasmissione Integrale Xdrive automatico a 8 rapporti
Peso 2.275 kg
Lunghezza 4.922 mm
Altezza 1.745 mm
Larghezza 2.004 mm
Posti a sedere 5-7
Prezzo base 72.900 euro
Prezzo della versione provata 97.500 euro

Fotogallery: Nuova BMW X5 prova su strada