La berlina coupé compatta di seconda generazione cambia molto puntando sullo stile sportivo. Vediamo come

Qualche volta anche Mercedes cede alla tentazione di rivoluzionare lo stile di un modello, ma più spesso l’arrivo di un’auto della Stella di nuova generazione è accompagnato da una raffinata evoluzione del design che nasconde modifiche profonde alla meccanica e alla tecnologia.

In questo secondo filone si posiziona la nuova Mercedes CLA appena svelata al CES di Las Vegas che ad uno sguardo poco attento può sembrare poco diversa dall’attuale CLA, ma che, osservata un po’ meglio, svela differenze notevoli con la prima generazione della berlina coupé compatta tedesca.

Stile GT a quattro porte

Con l’ennesimo tocco da maestro di quel “geniaccio” di Gorden Wagener, responsabile del design della Stella, la nuova CLA cambia tanto senza farlo notare, allungando il passo di 3 cm, la lunghezza totale di 4,8 cm e la larghezza di 5,3 cm con carreggiate maggiorate.

Le forme poi guadagnano in sportività e rotondità con una coda in “stile GT” e le “spalle coke bottle molto pronunciate” come dice lo stesso Wagener. Ma andiamole a vedere tutte queste novità stilistiche della Mercedes CLA di seconda generazione, aiutandoci con diverse foto di confronto fra vecchia e nuova.

Mercedes CLA
Nuova Mercedes CLA

Fari stretti per un nuovo sguardo

Il punto nodale di ogni evoluzione stilistica di un’auto resta sempre il frontale, ovvero la mascherina, i fari e il paraurti che creano il “volto” e la fisionomia generale della vettura. Nel caso della nuova Mercedes CLA notiamo un abbassamento dell’anteriore ottenuto con la nuova mascherina “ribaltata” e i fari più stretti che si allontanano dal cofano motore.

Anche il paraurti cambia forma assieme alle prese d’aria, il cofano sfoggia evidenti i doppi rialzi dei powerdome e il passaruota anteriore è ancora più arrotondato e sporgente. Chi cerca il look sportivo è accontentato.

Mercedes CLA
Nuova Mercedes CLA

Meno spigoli

Vista di fianco la nuova Mercedes CLA ribadisce il concetto di semplificazione e arrotondamento della nuova Classe A, rinunciando allo spigolo superiore e cambiando la forma delle maniglie.

Nuova Mercedes CLA
Mercedes CLA

L’allungamento del passo porta anche a modificare lo stile delle portiere senza cornice, mentre gli specchietti esterni diventano più piccoli, ovalizzati, aerodinamici e fissati alla fiancata anziché al triangolo anteriore della portiera.

Nuova Mercedes CLA
Mercedes CLA

La targa scende per fare posto alla Stella

Nella coda si notano tante novità perché la nuova CLA monta luci posteriori sottili e rialzate con sdoppiamento fra carrozzeria e cofano bagagli, cosa che rende ancora più evidente la sensazione di larghezza. La targa è stata spostata in basso, nel paraurti, quello che sfoggia nuovi rifrangenti orizzontali ai lati del portatarga e una più completa integrazione con i terminali di scarico.

In questo modo la stella a tre punte diventa più grande e domina tutta la coda come nelle altre Coupé Mercedes Classe C, e Classe E, per fare solo due esempi.

Nuova Mercedes CLA
Mercedes CLA

Maxi schermo e MBUX dentro

Nell’abitacolo trionfa la nuova plancia con display widescreen orizzontale e sospeso collegato al sistema MBUX con comandi vocali ancora più evoluti e comandi gestuali. Come sulle nuove Classe A e Classe B ci sono poi le bocchette d’aerazione in stile turbina e i principali comandi della climatizzazione raccolti in una sottile striscia subito sotto.

Nuova Mercedes CLA
Mercedes CLA

Fotogallery: Mercedes CLA, vecchia e nuova a confronto