E’ la prima sport utility elettrica italiana, anche se di origini cinesi. Può fare 400 km e costa 37.500 euro

Al Salone di Ginevra c'è anche la Casa molisana DR con la DR3 EV. Basata sulla cinese Chery Tiggo 3xe, la DR3 EV monta un motore elettrico da 122 CV ed ha un’autonomia dichiarata di 400 km nel ciclo NEDC.

La DR3 EV sarà ordinabile già dalla seconda metà del 2019, ma ad un prezzo non proprio "low cost", parliamo di 37.500 euro con allestimento full optional.

30 minuti per la ricarica veloce

Il pacco batterie agli ioni di litio ha una capacità di 54,3 kWh, pesa 385 kg e richiede dalle 6 alle 8 ore per la ricarica domestica, mentre per una ricarica fast a corrente continua bastano 30 minuti per raggiungere l’80% del pieno elettrico.

DR3 EV

La presa per la ricarica è ricavata nella calaLa DR3 EV ha trazione anteriore, una velocità massima di 151 km/h e un’accelerazione “da 0 a 50 km/h” in quattro secondi.

Due prese elettriche

Gli altri dettagli unici della DR3 EV sono il comando rotativo della trasmissione e i due sportellini che celano altrettante prese per la ricarica elettrica.

DR3 EV

Nel parafango posteriore destro c’è il connettore tipo 2 (Mennekes) per la ricarica corrente alternata, domestica o veloce, mentre nella calandra è celato il connettore CHAdeMO per la ricarica ultra veloce a corrente continua.

Prima di una famiglia elettrica

Il nuovo “SUV coupé” compatto a emissioni zero mantiene in pratica le stesse misure esterne delle altre DR3, ovvero 4,20 metri di lunghezza per 1,76 metri di larghezza e 1,57 metri d’altezza.

L’inedita DR3 EV è solo il primo modello di una famiglia di auto elettriche marchiate DR Automobiles che comprenderà entro il 2020 anche una citycar e un secondo SUV.

Fotogallery: DR al Salone di Ginevra 2019