Addio V10 aspirato, al suo posto arrivano 3 motori elettrici

Audi ha festeggiato i 10 anni della R8 con motore V10 aspirato con l'edizione speciale Decennium, ma il futuro della supercar degli Anelli è in dubbio. Presentata per la prima volta nel 2006 con un motore V8 la "cugina" della Lamborghini Huracan è entrata nella seconda metà del suo ciclo di vita, il che significa che sarà ancora in circolazione per qualche anno.

Ma cosa succederà dopo? Sembra che Audi abbia già in mente qualcosa. Secondo quanto riportato dal magazine CAR infatti la R8 è destinata ad abbandonare le scene e lasciare spazio all'erede, conosciuta per ora col nome "e-tron GTR" e, come suggerito dal nome, sarà un modello completamente elettrico. Niente più V10 aspirato, con la sua sinfonia e la sua capacità di toccare regimi sconosciuti ai turbo.

Fotogallery: Audi PB18 e-tron

Numeri da Hypercar

Le prime stime dicono che la nuova supercar elettrica offrirà una potenza combinata di 650 CV proveniente da tre motori elettrici. La e-tron GTR adotterà inoltre un sistema di trazione integrale, che immaginiamo possa riprendere la classica dicitura "quattro" e utilizzerà un pacco batterie con una capacità di 95 kWh, sufficiente a garantire un'autonomia di circa 480 chilometri. Per "riempire" il pacco batteria non serviranno fastidiosi cavi, perché l'auto dovrebbe beneficiare di un sistema di ricarica wireless.

La nuova generazione di auto sportive

La e-tron GTR potrebbe essere basata sulla stessa piattaforma utilizzata dalla Porsche Taycan, attesa entro la fine dell'anno e sarà dotata di un telaio monoscocca in alluminio che servirà a contenerne il peso. Le prestazioni dovrebbero essere a livelli da hypercar, almeno in termini di accelerazione, con lo scatto da 0 a 100 km/h risolto in poco più di 2".

Il debutto dovrebbe avvenire non prima del 2022 e quindi le informazioni attualmente in nostro possesso potrebbero variare - e non di poco - nel corso del tempo, visti i passi in avanti che continua a fare la tecnologia. Quel che è certo è che il V10 è ormai destinato alla pensione, come tanti altri motori classici, pronti a lasciare spazio all'elettrificazione.