Nasce da una costola di HarmonyOS, il nuovo sistema operativo di Huawei. Sarà all'insegna dell'integrazione con altri dispositivi

Durante la sua Developer Conference 2019, il colosso cinese Huawei ha presentato il suo nuovo sistema operativo, HarmonyOS, e insieme a questo il nuovo servizio di compatibilità con le auto che prende il nome di HiCar, alternativa a Apple CarPlay e Android Auto, aggiornati entrambi recentemente. Le informazioni sono ancora limitate, in realtà, ma possiamo farci un'idea di quelli che sono gli sviluppi all'orizzonte.

Integrazione totale

I dirigenti di Huawei hanno cominciato illustrando la doppia "natura" di HiCar. Sarà utilizzabile con una funzione di mirroring dallo smartphone come quella che già conosciamo per Android Auto e Apple CarPlay: basterà collegarlo tramite cavo (ancora non ci è dato sapere se potrà funzionare wireless come, per esempio, CarPlay fa BMW e MINI) e nel display dell'auto compariranno i contenuti del nostro device.

Oltre a questa soluzione, HiCar è sviluppato anche per funzionare come sistema di infotainment nativo, cioè direttamente installato a bordo dell'auto in fase di produzione. Bisognerà vedere quali saranno quindi le Case auto che sceglieranno HiCar come soluzione di default, ma chiaramente nei primi anni si parla esclusivamente di costruttori cinesi.

L'integrazione passa anche per tutti gli altri dispositivi, per esempio i wearable: dal palco del Huawei Developer Conference si è immaginato, ad esempio, che lo smartwatch possa vibrare per avvisare il conducente di determinate situazioni, come per esempio risvegliarlo se il sistema percepisce il rischio di un colpo di sonno, diventando a tutti gli effetti un sensore di sicurezza aggiuntivo.

Perché è nato HiCar

Lo scorso maggio, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha iniziato una battaglia contro Huawei adducendo ragioni di sicurezza nazionale. Il risultato è che gli smartphone del colosso cinese, nel giro di qualche mese, non saranno più supportati dal sistema operativo Android, che è dell'americana Google.

Huawei quindi ha annunciato l'arrivo di HarmonyOS, una terza piattaforma che si scontrerà con iOS di Apple e, appunto, Android, e che dovrà diventare un vero e proprio ecosistema, compreso quindi il supporto con dispositivi wearable e con l'infotainment delle auto, come abbiamo visto, ma anche con i computer, la domotica e la TV, tanto per cominciare.