Il modello di fine serie offerto con sconti consistenti e varie forme di finanziamento, anche con anticipo zero

E' possibile ottenere uno sconto interessante sulla Peugeot 208 di fine serie, mentre in listino sta arrivando la nuova 208? Entro settembre la risposta è sì: sulla 208
“vecchia” Euro 6 priva di Ecotassa c'è una promozione ufficiale con tre tipologie di offerta. La 208 5 porte Benzina PureTech da 68 CV in allestimento Active, dal listino di 14.930 euro, può essere acquistata a 9.950 euro con l'iniziativa Peugeot Back to Drive.

Torna invece l'anticipo zero per la 208 PureTech 82 CV S&S Active, grazie al finanziamento i-Move: il listino scende da 15.680 a 10.445,9 euro, e poi si pagano 35 rate da 198,65 euro al mese (TAN 4,75%, TAEG 7,22%) con un usato in possesso da almeno 6 mesi, e un valore futuro garantito di 5.101,95 euro.

Lo stesso finanziamento i-Move si può ottenere con formula 3 anni senza pensieri, ad esempio per la stessa 208 82 CV dal listino scontato a 10.671,65 euro, si versano un anticipo di 4.000 euro, 35 rate da 99 euro al mese (stesso TAN, TAEG 7,96%) e una maxi rata da 5.132,05 euro, ma con in più il servizio Efficiency con tre anni di garanzia e manutenzione ordinaria per 45.000 km.

Vantaggi

Ciò che salta subito all’occhio nei tre tipi di offerta sulla 208 è lo sconto sul listino, pari a circa 5.000 euro, cioè oltre il 30% del prezzo di listino ufficiale. Se nella prima offerta, su un modello sostanzialmente alla base della gamma, il prezzo risulta molto vicino al quello della piccola 108, per le altre due i vantaggi stanno nel primo caso nella rata piccola con anticipo zero, nell’altro nella rata inferiore ai 100 euro (grazie all’anticipo da versare) e con in più tre anni di garanzia con un buon limite di chilometraggio.

Svantaggi

Il primo svantaggio sta nella domanda iniziale: a fronte di uno sconto interessante, si acquista un modello pur sempre nuovo ma di fine serie. In questo caso, considerando la svalutazione del modello, il valore minimo garantito può essere un incentivo a trasferire la rata, dopo i tre anni, su un modello di nuova generazione. Nelle annotazioni non sono compresi limiti o penali di chilometraggio per la rata finale, e bisogna sempre aggiungere IPT e imposta di bollo su conformità, più le altre spese consuete per il finanziamento.

Fotogallery: Peugeot 208 2018