Il grande SUV con forme sportive si rinnova, rimanendo fedele al tetto che scende dolcemente verso la coda e ora con più tecnologia

La Mercedes GLE Coupé ha segnato l’ingresso della Stella nel mondo dei SUV con forme sportive e a 5 anni dal lancio si rinnova profondamente non tanto nelle linee, che rimangono fedeli all’impostazione originale, pur rinnovandosi, quanto soprattutto nell’interno. Si modificano anche le misure, con la lunghezza che ora raggiunge i 4,95 metri (+3,9 cm rispetto al passato) e la tecnologia, per rimanere al passo con le concorrenti – anche loro con passaporto tedesco – che di nome fanno BMW X6 (la capostipite del segmento dei SUV coupé) e Porsche Cayenne Coupé.

Nuovo sguardo

Mercedes GLE Coupé (2014)
Mercedes GLE Coupé (2020)

Anche se a prima vista le novità possono sembrare minime, basta guardare in faccia la nuova Mercedes GLE Coupé per distinguerla dalla precedente generazione. Le luci (naturalmente a LED) hanno un nuovo disegno  e la mascherina trapezoidale ribaltata (col lato lungo in basso) schiaccia visivamente più a terra il muso del SUV tedesco. Mascherina anch’essa con un nuovo disegno e attraversata, come in passato, da un listello cromato orizzontale con al centro la stella.

Più leggero

Mercedes GLE Coupé (2014)
Mercedes GLE Coupé (2020)

Anche al posteriore la differenza principale è resa dal nuovo disegno delle luci, rastremate verso il centro e molto simili a quelle della nuova CLA. Il lato B della nuova Mercedes GLE Coupé sembra così più leggero, grazie anche al nuovo paraurti che integra gli scarichi (finti) rettangolari e la linea cromata che corre per tutta la larghezza.

La coda scompare

Mercedes GLE Coupé (2014)
Mercedes GLE Coupé (2020)

Poggiata su cerchi che possono raggiungere una misura massima di 22” la nuova GLE Coupé lateralmente mostra una coda ormai praticamente inesistente, integrata quasi completamente nella linea del lunotto che termina con un spoiler ben più che accennato. I passaruota sono più squadrati mentre le fiancate rimangono molto muscolose, con linea di cintura particolarmente alta.

Benvenuto MBUX

Mercedes GLE Coupé (2014)
Mercedes GLE Coupé (2020)

Dici abitacolo Mercedes e pensi subito al doppio tablet sistemato sulla plancia. La nuova Mercedes GLE Coupé non vuole fare eccezione e mette in mostra i suoi 2 monitor da 12,3”, uno per la strumentazione e l’altro per il sistema di infotainment, corredato dall’assistente vocale evoluto che ha debuttato sull’attuale Classe A. Monitor gestibile anche tramite comandi touch o utilizzando quella sorta di trackpad sul tunnel centrale, davanti al selettore del cambio automatico a 9 rapporti.

Anche ibrida

La novità più grande del SUV coupé della Stella però non si vede e ha un’anima elettrificata, col 2.0 turbodiesel da 194 CV affiancato da un piccolo elettrico, sistemato nel cambio, da 136 CV. La potenza totale è di 320 CV con 700 Nm di coppia, scaricati a terra da tutte e 4 le ruote grazie alla trazione integrale 4Matic.

Al lancio, previsto per la primavera del 2020, ci saranno anche i 6 cilindri di 3 litri, sempre diesel, da 272 CV e 600 Nm di coppia (GLE Coupé 350 d 4Matic) e 330 CV e 700 Nm di coppia (GLE Coupé 400d 4Matic). Successivamente arriveranno anche le versioni più potenti firmate AMG.

Mercedes GLE Coupé (2014)

Mercedes GLE Coupé (2019)

400 Sport 4Matic – 333 CV

350 d 4Matic – 272 CV

43 AMG 4Matic – 390 CV

400 d 4Matic – 330 CV

500 Sport 4Matic – 455 CV

350 de 4Matic – 320 CV

63 AMG 4Matic – 557 CV

 

63 AMG S 4Matic – 585 CV

 

350 d Sport 4Matic – 258 CV

 

 

Fotogallery: Mercedes GLE Coupé, nuova contro vecchia