Insieme ad altre tre auto della Casa inglese, sarà la compagna di 007 nel prossimo film "No Time To Die"

L'Aston Martin Valhalla è ancora distante un anno o più dall'arrivo sul mercato. Tuttavia, questo non ha impedito al marchio inglese di mostrare in anticipo la sua nuova hypercar per un po' di sana pubblicità. La Valhalla apparirà nel suo primo grande spettacolo quando il nuovo film di James Bond, No Time To Die, arriverà nelle sale ad aprile: sarà lei la "Bond Car" questa volta. Prima però la possiamo scoprire assieme in un video di Supercar Blondie.

Fotogallery: Aston Martin Valhalla, la prossima "Bond Car"

Un condensato di tecnologia

La Valhalla ha tantissime novità tecnologiche all'avanguardia, a conferma del suo status di hypercar. Per esempio non ci sono specchietti laterali: i retrovisori sono in realtà telecamere rivolte all'indietro, nascoste all'interno della carrozzeria stessa. Sulla coda invece c'è un alettone chiamato "FlexFoil", una tecnologia approvata dalla NASA che piega la fibra di carbonio, grazie alla quale la deportanza del retrotreno può cambiare senza modificare l'angolo di attacco dell'ala, senza generare alcuna resistenza o turbolenza. Aston Martin ha anche realizzato i fari in stampa 3D, rendendoli più leggeri del 50% rispetto a un fanale tradizionale.

Un design interno innovativo

Per quanto l'esterno sia particolare, l'interno è totalmente diverso da ciò a cui siamo abituati oggi: tanto per cominciare non c'è un sistema di infotainment. C'è solo un supporto per il cellulare del proprietario, che svolge la funzione di schermo centrale.

Il volante ha un sensore cardiaco, mentre i sedili sono in nylon balistico. Non ci sono né altoparlanti, né bocchette del clima tradizionali. In sostanza, c'è un unico "blocco" da una portiera all'altra che fa da cruscotto, ma che nella semplicità crea un design piacevole. Per la console centrale, in fibra di carbonio, sono ricorsi alla stampa 3D.

Aston Martin sta costruendo solo 500 Valhalla, ciascuna con prezzi a partire da 875.000 sterline (poco più di 1 milione di euro, al cambio attuale). La Valhalla e la Valkyrie spingono la Casa inglese verso un nuova tipologia di auto e un futuro entusiasmante. Probabilmente, anche vista la storica relazione tra James Bond e l'Aston Martin, non esiste modo migliore di mettere in mostra la nuova hypercar inglese se non con il più famoso degli agenti segreti.