Subito dopo arriveranno altre versioni, sempre basate sulla quattro porte elettrica

Così come Audi, anche Porsche ha confermato la sua conferenza annuale per guardare ai risultati del 2019 e anticipare ciò che arriverà sul mercato nel prossimo futuro. Rispetto al 2018, le vendite sono aumentate del 10% fermandosi a 280.800 unità (3% di auto in più prodotte), con il numero di dipendenti che è cresciuto da 2.919 a 34.010. Nei prossimi quattro anni l'azienda investirà circa 10 miliardi di euro per elettrificare la sua gamma lanciando nuovi modelli ibridi ed elettrici. Entro la metà del decennio, Porsche stima che metà delle sue vendite saranno rappresentate da PHEV ed EV.

Per i vertici Porsche, la priorità principale in questo momento è quella di lanciare la versione di produzione della Mission E Cross Turismo. Presentata come concept due anni fa al Salone di Ginevra, il modello stradale si chiamerà Taycan Sport Turismo e debutterà a fine 2020. A questa si aggiungerà anche una versione più alta da terra, la prima di molte che saranno basate sulla Taycan.

Alla base la piattaforma PPE sviluppata con Audi

Porsche specifica che le prossime elettriche si baseranno sulla piattaforma Premium Platform Electric sviluppata con Audi che farà da base sia per modelli a trazione posteriore con un motore elettrico montato al retrotreno sia a trazioni integrali con doppio motore davanti e dietro.

Per preparare la fabbrica di Lipsia all'arrivo delle EV, Porsche sta investendo oltre 600 milioni di euro nell'ampliamento della struttura, incluso un nuovo reparto carrozzeria. La Casa costruirà auto elettriche insieme a modelli a motore endotermico nello stesso stabilimento, senza differenziare come avviene oggi per Macan e Panamera.

Fotogallery: Porsche Taycan Cross Turismo, nuove foto spia

Foto di: Automedia