Un sound ancora più avvolgente e caldo grazie a innovative tecniche di registrazione riproduzione per la supercar del Toro

Trovarsi a tu per tu con la Lamborghini Aventador SVJ, o anche in una Aventador "classica", significa non solo avere a che fare con una delle supercar più potenti e veloci del pianeta, ma anche poter ascoltare il sound di uno degli ultimi V12 aspirati sul mercato.

Un’esperienza che purtroppo in pochi possono vivere ma che, grazie all’audio 8D, ora si può vivere stando comodamente seduti sulla propria poltrona. Basta avere un paio di cuffie.

Il suono che avvolge

Si chiama Audi 8D e da qualche tempo sta diventando sempre più diffuso nel mondo della musica e non solo. Senza perdersi in inutili tecnicismi si tratta un sistema che permette di registrare e riprodurre un suono in modo tale che sembri avvolgere completamente l’ascoltatore, dando l’impressione di provenire da più parti: non solo destra o sinistra, ma sopra, sotto, più lontano o più vicino. Il tutto a patto di ascoltarlo con cuffie o auricolari.

Una sorta di audio tridimensionale (l’8 davanti alla D indica il livello di qualità, non le dimensioni) che, applicato al V12 della Lamborghini Aventador, rende il suo rombo ancora più puro e coinvolgente. Peccato duri appena 59”. Ma il tasto “repeat” è lì per quello.

La più estrema

Manca quindi solo il tatto e la sensazione di velocità e potenza che la Aventador SVJ sa regalare, ma per quello potete vedervi la nostra prova su strada. La prova della versione più cattiva della già incredibile supercar di Sant’Agata Bolognese.

Lamborghini Aventador SVJ, test drive Estoril

Un bolide da 770 CV e 720 Nm, per un rapporto peso/potenza di ben 1,98 kg/CV e 0-100 km/h bruciato in appena 2,8”, 0-200 km/h di 8,6 e velocità massima di 350 km/h.

Fotogallery: Lamborghini Aventador SVJ